,,
Virgilio Sport SPORT

F1, Vettel parla del proprio futuro in Ferrari

Il pilota tedesco è parso nervoso rispondendo ad una domanda sul tema da parte di un giornalista.

Robert Kubica ha messo tutti in fila, a sorpresa, nella quarta giornata di test pre-stagione sul circuito del Montmelò a Barcellona. Sesto posto a oltre un secondo per la Ferrari di Sebastian Vettel, che al termine della giornata è stato protagonista in conferenza stampa insieme al team principal della Rossa Mattia Binotto.

Da entrambi sono arrivate parole importanti su diversi temi, su tutti il futuro del pilota tedesco, che andrà in scadenza nel 2021. Durante l’inverno si sono accavallate varie voci, da quella sul ritiro di Vettel a fine stagione all’interessamento della Ferrari per Lewis Hamilton.

Il diretto interessato è stato piuttosto vago all’inizio, per poi mostrarsi nervoso: “Amo ancora guidare e sono qui per vincere. Mi sono unito alla Ferrari per vincere il campionato e finora non l’abbiamo fatto, ma la determinazione c’è ancora. Non è il momento giusto per parlare del mio futuro. Verrà il momento. Attualmente la priorità è la monoposto. Gradirei se non mi fosse più rivolta questa domanda”.

Binotto ha invece argomentato di più, lasciando trasparire la volontà della scuderia di proseguire il rapporto con Vettel: “Lo abbiamo già detto in passato: Sebastian è la nostra prima scelta. Siamo tutti consapevoli che il tuo contratto terminerà quest’anno, ma presto inizieremo a parlare con più calma. La cosa più importante è la condivisione del progetto e la nostra visione a lungo termine. Sono sicuro che arriveremo molto presto a un accordo. Non dobbiamo trovare un buco nella nostra agenda, arriverà il momento in cui inizieremo a parlare e condivideremo la nostra visione futura. Il team è migliorato negli ultimi anni e Sebastian ha molti meriti. Ha molta esperienza. È un campione, un leader anche con gli ingegneri e con il suo compagno di squadra. Cerca sempre di essere il migliore ed è importante per la squadra”.

Seb si è invece espresso così sulla nuova SF1000: “Sento che la macchina è migliorata nelle curve, soprattutto nelle curve veloci. Abbiamo dimostrato di essere in grado di mettere in pista macchine eccellenti, come ad esempio nel 2017. Abbiamo la capacità di fare un ottimo lavoro, ma la competizione è molto alta”.

Infine Binotto ha parlato del discusso “volante mobile”, il sistema DAS montato dalla nuova Mercedes e che ha già spaccato il Circus: “Si tratta di qualcosa che abbiamo considerato in passato ma non l’abbiamo progettato e sviluppato. Credevamo che non avrebbe potuto funzionare bene per il nostro concetto di monoposto. Vediamo cosa faranno gli altri. Al momento è un punto interrogativo”.

 

SPORTAL.IT | 26-02-2020 20:30

F1, Vettel parla del proprio futuro in Ferrari Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...