Virgilio Sport

Fa discutere risposta di Agnelli ai coreani su polemiche per Cr7

Il presidente della Juve interviene dopo le accuse del K-Team

01-08-2019 10:00

Fa discutere risposta di Agnelli ai coreani su polemiche per Cr7 Fonte: Ansa

Richiesta di danni? Alla Juventus sono caduti dalle nuvole quando hanno appreso della furia dei coreani del K-Team che si sono lamentati e non poco dopo l’amichevole giocata contro i campioni d’Italia. Il 3-3 ottenuto sul campo ha appagato l’orgoglio dei giocatori ma non ha soddisfatto la società. L’assenza di Cristiano Ronaldo è stata vista come un’inadempienza al contratto stipulato per l’organizzazione del match, e in più la Juve è stata accusata per aver fatto ritardare l’inizio della gara. Senza dire che anche l’atteggiamento di Sarri verso un cronista coreano che chiedeva di vedere Ronaldo (“vuoi vederlo? Ti pago il volo e vieni a Torino” è stato ritenuto offensivo.

LA REPLICA – La Reuters è venuta in possesso della lettera di risposta di Andrea Agnelli, come si legge su Calcioefinanza. Il presidente della Juve ha rimandato al mittente tutte le accuse: «Ogni singolo giocatore presente in Corea ha giocato la partita, tranne uno: Cristiano Ronaldo, che è stato costretto, secondo i consigli del nostro personale medico, a riposare a causa di un affaticamento muscolare dopo la partita di Nanchino (contro l’Inter), giocata solo 48 ore prima di quella di Seoul. Pertanto, signor Presidente, respingo definitivamente la sua accusa di comportamento irresponsabile, di arroganza e di disprezzo per i tifosi, da noi sempre onorati. Nessuno alla Juventus ha voluto screditare il Team K League, la Korea Football Association o l’Asian Football Confederation. Inoltre la Juventus ha impiegato più di due ore per uscire dall’aeroporto, raggiungendo l’impianto 15 minuti dopo l’orario previsto per il calcio d’inizio. La Juventus è arrivata all’hotel alle 16.30. Non c’era tempo per riposare o per svolgere regolarmente attività pre-partita. Nessuna scorta di polizia è stata fornita all’autobus della Juventus. Il traffico è stato molto intenso e l’allenatore è rimasto bloccato per quasi due ore, cosa che non è mai accaduta nella nostra esperienza nel mondo».

LE REAZIONI – Divisi i tifosi sul web. Gli anti-juventini ovviamente hanno scelto da che parte stare: “Dopo questa esperienza in Corea del sud, amo Kim Jong-un” o anche: “Alla Juve sono ancora convinti che li paghino certe cifre per amichevoli e tour perché sono loro, per la storia ultracentenaria di un club che ha vinto 1 Champions League e mezza. No Cristiano, no Party. Se vado a mangiare da Cannavacciuolo e cucina Gigi, col c… che pago la stessa somma”. Visione opposta invece per i fan bianconeri: “60 gradi all’ ombra, partite ogni due giorni per divertire gente che ha scoperto il pallone l’ altro ieri e fate pure gli splendidi?”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...