,,
Virgilio Sport SPORT

Federer, leggenda senza fine: nuovo record e lacrime

Lo svizzero approda in semifinale a Rotterdam e torna numero 1 al mondo: è il tennista più anziano a riuscirci.

Poco più di un anno dopo l’epica finale degli Australian Open contro Rafa Nadal, e 20 giorni dopo aver nuovamente trionfato nel primo Slam della stagione contro Cilic, Roger Federer fa un altro passo verso la leggenda non solo del tennis, ma dello sport di tutti i tempi. Questa volta l’impresa non sarebbe memorabile, perché per il fuoriclasse svizzero guadagnarsi la semifinale al torneo di Rotterdam è pura routine, ma il 4-6, 6-1, 6-1 con cui è stato liquidato l’olandese Hasse, numero 42 al mondo, ha permesso a Roger di tornare al primo posto della classifica Atp, con 9785 punti, 25 in più dei 9760 di Rafael Nadal. A 36 anni, 6 mesi e 8 giorni, e 1930 giorni dopo l’ultima volta davanti a tutti, il 4 novembre 2012, quando a scalzare lo svizzero fu Nole Djokovic, Federer ha quindi stabilito un nuovo primato, quello del numero 1 più vecchio, o sarebbe il caso di dire meno giovane vista la brillantezza del soggetto, della storia del tennis. Il primato precedente apparteneva a André Agassi, che nel 2003 si era “fermato” a 33 anni e 131 giorni.

Federer, che nei primi due turni aveva liquidato senza problemi il belga Ruben Bemelmans e il tedesco Philipp Kohlschreiber, e che in semifinale se la vedrà  con Andrea Seppi, che ha superato in tre set il russo Daniil Medvedev (7-6 4-6 6-3), sembra quindi entrato in possesso di un record difficilmente battibile, come dichiarato da Grigor Dimitrov, il rivale più accreditato per contendergli il titolo a Rotterdam: “Non ci sono più parole, Roger raggiunge vette che sembrano impossibili. Ora che è tornato numero 1 il suo record non verrà più battuto”. Federer aveva aggiunto in extremis il torneo di Rotterdam nella preparazione della nuova stagione, che fatalmente, considerando età e acciacchi, richiederà delle scelte dolorose quanto ai tornei cui rinunciare. Ma in Olanda è stata scritta un’altra pagina epica della storia dello sport destinata a restare indelebile non solo per il folto gruppo di tifosi che Roger vanta in tutto il mondo, ma per sostenitori avversari, neutrali e semplici amanti di storie di sport.

“E’ stata una cavalcata fantastica, tornare ad essere ancora numero 1 significa davvero molto per me. Ho lottato per essere qui ed essere di nuovo al primo posto, è un sogno che si avvera. Adesso toccherà agli altri combattere per arrivarci, non riesco a crederci. Ci sono stati alti e bassi, ma ho lavorato duro per arrivare a questo punto. Voglio ringraziare il mio team e mia moglie Mirka”, ha dichiarato lo svizzero dopo la partita.

SPORTAL.IT | 17-02-2018 12:02

Federer, leggenda senza fine: nuovo record e lacrime Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...