,,

Virgilio Sport SPORT

Ferrari, il doppio podio è amaro: Hamilton campione del mondo

In Messico vince Verstappen davanti a Vettel e Raikkonen, l'inglese chiude quarto, ma festeggia il quinto Mondiale.

La corsa al Mondiale 2018 della Formula 1 si chiude come un anno fa al termine di uno spettacolare Gp del Messico, che laurea campione Lewis Hamilton. Per l’inglese della Mercedes, si tratta del quinto Mondiale della carriera, quarto nelle ultime cinque stagioni: agguantato il mito Juan-Manuel Fangio, staccato Vettel fermo a quattro, adesso tra Hamilton e la leggenda c’è solo Michael Schumacher con i suoi sette titoli in bacheca.

Un successo meritato e giunto al termine di una stagione combattuta per tre quarti e che ha vissuto due gare chiave in negativo per la Ferrari, quella di Hockenheim, chiusa con Vettel ritirato, e quella di Monza, dove il tracollo delle Rosse che erano partite in prima fila ha favorito lo scatto finale di Hamilton. L’inglese però non è riuscito a fare festa doppia, perché sul traguardo di Città del Messico ha chiuso solo al quarto posto, bloccato da alcuni problemi meccanici.

A vincere è stata la Red Bull di Max Verstappen, compagno di squadra dello sconfitto di giornata, Daniel Ricciardo, partito malissimo e costretto al ritro nel finale. A completare il podio le due Ferrari, con Vettel davanti a Raikkonen: il tedesco è stato protagonista di una gara finalmente convincente, con tanto di sorpasso rabbioso ad Hamilton, gara però che acuisce i rimpianti per i tanti errori commessi in stagione dal tedesco: il potenziale per vincere il Mondiale o lottare fino all’ultima gara c’era e invece la corsa si chiude con Hamilton a +64 a due Gp dalla fine. Aperta invece la corsa al titolo costruttori.

E pensare che per Hamilton tutto sembrava essersi messo al meglio per realizzare il sogno della doppietta Gp-Mondiale. L’inglese era infatti partito alla grande, inserendosi tra le due Red Bull ed approfittando del pessimo spunto di Ricciardo: l’australiano, partito dalla pole, si ritrova terzo ben prima della prima curva, perché Verstappen scatta bene e Hamilton è secondo. Ben presto però inizia il gioco delle strategie: Lewis si ferma al box già al 12’° giro, un giro dopo Ricciardo e due giri prima di Verstappen.

Le Ferrari ne approfittano: le Rosse rientrano solo in prossimità della 20a tornata, Vettel si gode qualche giro al comando, ma è dopo il pit stop che il tedesco riesce a dare il meglio di sé stesso, superando in cinque giri Ricciardo e Hamilton. La caccia a Verstappen può iniziare, ma sul più bello Seb viene richiamato al box, scelta che si rivelerà suicida perché costerà il secondo posto. Il finale è appassionante, ma non cambia l’ordine di arrivo, mentre Hamilton è costretto a un’inedita gara al risparmio, chiusa però con il quarto posto più dolce della storia della Formula 1.

Ordine d’arrivo (primi dieci)
Max Verstappen (Red Bull)
Sebastian Vettel (Ferrari)
Kimi Raikkonen (Ferrari)
Lewis Hamilton (Mercedes)
Valtteri Bottas (Mercedes)
Nico Hulkenberg (Renault)
Charles Leclerc (Alfa Sauber)
Stoffel Vandoorne (McLaren)
Marcus Eriksson (Alfa Sauber)
Pierre Gasly (Toro Rosso)

SPORTAL.IT | 28-10-2018 22:44

Ferrari, il doppio podio è amaro: Hamilton campione del mondo Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...