,,
Virgilio Sport SPORT

Ferrari, Vettel di nuovo sotto accusa: "E' stato ridicolo"

Alcuni ex piloti giudicano giusta la sanzione e si scagliano contro il tedesco.

La Ferrari non farà appello contro la penalizzazione di 5 secondi che ha impedito a Sebastian Vettel di vincere in Canada, ma è al lavoro per raccogliere nuovi elementi per cambiare la regola sportiva, giudicata ingiusta anche da tante personalità del circus.

Non tutti però sono favorevoli alla mossa della scuderia di Maranello. L’ex campione del mondo di Formula 1 Nico Rosberg ha giudicato corretta la sanzione inflitta a Vettel, e anzi ha puntato il dito contro il tedesco. “È sempre la solita storia – ha dichiarato sul suo canale Youtube -. Quando Lewis e Vettel sono appaiati, Lewis mette pressione e abbiamo assistito ad un copione già visto. Quando la pressione è alta e c’è una battaglia tra Lewis e Vettel, Vettel fa questo tipo di errori. La pressione è cresciuta giro dopo giro ed è finito fuori pista”.

“Quando è rientrato sul tracciato ha urlato: ‘Avevo dello sporco sulle gomme, non avevo il controllo, dove sarei potuto andare? Non potevo vedere Lewis’. Ma Lewis era lì e le regole dicono che quando esci dalla pista, devi rientrare in maniera sicura. Vettel avrebbe potuto facilmente lasciargli più spazio, specialmente nella fase finale, quando Lewis ha iniziato a frenare. Ma non l’ha fatto e Lewis si è trovato in una situazione pericolosa. Ho guardato più volte i replay e Lewis sarebbe andato a muro se non avesse rallentato. Vettel si è spostato verso di lui sempre più ed erano molto vicini, tanto che Lewis avrebbe potuto toccarlo o andare a muro. Per me è molto chiaro che – sfortunatamente – è stato un rientro in pista non sicuro. Perciò la penalità in questo caso è meritata“.

Sulla stessa lunghezza d’onda c’è l’ex pilota della Renault Jolyon Palmer, che ha addirittura bollato Vettel come “ridicolo”: “La reazione spropositata e le urla sono state veramente ridicole, posso solo immaginare che si tratti di una reazione emotiva dovuta al fatto di vedere già morire la speranza che la Ferrari possa competere per il titolo”, sono le dichiarazioni riportate da Marca. “Le azioni di Vettel servivano a garantire che si parlasse della penalità e non della ragione di essa, ovvero il suo errore. Non è cambiata l’abitudine del tedesco, che cede sotto pressione”.

“Non è stato un piccolo errore, lui è stato l’unico pilota a finire fuori nella chicane tra curva 3 e curva 4. Ha un talento eccezionale ma è preoccupante questa tendenza che nessuno degli altri piloti ha avuto”.

SPORTAL.IT | 13-06-2019 21:00

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...