,,
Virgilio Sport SPORT

Figuraccia su Sarri, arrivano le scuse del giornalista

Attraverso due post sul suo profilo Twitter Mario Mattioli ammette di essersi sbagliato: Preferivo Pep Guardiola

Nei giorni scorsi aveva sostenuto e ribadito a più riprese che, in base alle informazioni fornitegli da alcune fonti affidabili, Sarri non sarebbe diventato l’allenatore della Juventus. E a lui si erano aggrappati i tanti sostenitori della Juventus che volevano continuare a inseguire il sogno Guardiola, suggestione tanto intrigante quanto effimera. Dopo l’ufficialità dell’ingaggio di Sarri da parte della Vecchia Signora, arriva il momento delle scuse per Mario Mattioli.

Dietrofront – Il decano Rai affida a un Tweet la sua ammissione di colpa: “E va bene, come ho già anticipato, su Sarri alla Juve mi sono sbagliato, non sapendo interpretare correttamente alcuni sussurri e la mancanza assoluta di notizie da parte delle Società. Errore. Chiedo scusa a tutti gli Amici che mi seguono”. Ma a molti “Amici” non basta. Michele, ad esempio, scrive che “quindi lei, su ‘sussurri’ e ‘mancanza di notizie’, ha costruito le sue certezze? Le scuse sono apprezzabili, le motivazioni no. Perché l’unica spiegazione che do io è una voglia, disperata, di visibilità. Senza curarsi delle conseguenze”. Un altro follower ribadisce: “Sbagliare in buona fede ci sta, magari controllare meglio l’attendibilità dei sussurri sarebbe meglio per non prestarsi a giochi di borsa”, scatenando la risposta di Mattioli: “Sarà importante vedere “come” si è arrivati a Sarri. Potrebbe essere stato anche il famoso Piano C”.

Il secondo Tweet – Dopo un po’ il giornalista Rai, dichiarato cuore bianconero, cinguetta ancora per dire la sua sulle possibilità di successo del nuovo allenatore: “Che poi Sarri possa fare bene alla Juve mi sembra molto probabile. Io ho escluso fino a ieri il suo arrivo non certo per simpatia: la pista che ho seguito mi assicurava così. Che io Preferissi Pep è un fatto ma che ora sosterrò Sarri è una certezza!!”. Un follower, Onizuka, evidentemente non era a conoscenza della fede juventina di Mattioli e insinua: “Quindi quando in TV dovrà commentare una partita della Juve io dovrò ritenerla una persona imparziale”. Ecco la risposta del cronista: “Sono trenta anni che sono imparziale e magari faccio il tifoso su questo social giusto per uno sfogo goliardico ma professionalmente in tanti anni nessuno ha mai intuito che io fossi juventino e quando c’è stato da criticare lo faccio e basta”.

SPORTEVAI | 17-06-2019 09:53

Figuraccia su Sarri, arrivano le scuse del giornalista Fonte: Twitter

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...