,,

Virgilio Sport SPORT

Gp Cina F1 pagelle: Hamilton da mille e una notte, caos Ferrari

Il racconto curva per curva del terzo gp del mondiale 2019

CLASSIFICA FINALE Gran Premio di Cina (56 giri): 1. Hamilton, 2. Bottas; 3. Vettel; 4.  Verstappen; 5. Leclerc; 6. Gasly; 7. Ricciardo; 8. Perez; 9. Raikkonen; 10. Albon

LEWIS HAMILTON HA VINTO IL 1000° GRAN PREMIO DELLA STORIA DI FORMULA 1. Ancora doppietta Mercedes con Valtteri Bottas secondo. La Ferrari salva la faccia col podio di Sebastian Vettel ma mai in corsa per la vittoria. Ai piedi del podio Max Verstappen quarto con la Red Bull davanti a Charles Leclerc, quinto e penalizzato dalla strategia Ferrari. Pierre Gasly sesto all’ultimo giro strappa il giro veloce a Vettel e si prende il punto aggiuntivo. A punti anche: 7. Ricciardo; 8. Perez; 9. Raikkonen ancora in top ten con la Alfa Romeo; 10. Albon. Solo 14° Giovinazzi.

Hamilton torna in testa alla classifica mondiale piloti, Mercedes con la terza doppietta in tre gare già in fuga nel Mondiale costruttori.

Le pagelle del Gran Premio di Cina

Hamilton meriterebbe 1000 come il numero della gara che ha vinto nella storia della F1 ma non possiamo che dargli più di voto 10: ingoia la pole del compagno bruciandolo in partenza e mettendosi in modalità domenica delle palme con radio accesa e braccio fuori dal finestrino fino alla bandiera a scacchi, dominatore! Bottas 8, delude le attese di chi lo voleva vincente come in Australia ma continua ad accumulare podi e punti e resta, al momento, l’unico sfidante per il titolo di sir Lewis. Veniamo alla Ferrari voto 4 perchè torna ad annaspare dopo i segnali di vita in Bahrain e per la gestione degli ordini di scuderia che finiscono per penalizzare il povero Leclerc voto 7 di incoraggiamento bravo a superare Vettel (comunque voto 7 di incoraggiamento pure a lui al primo podio della stagione) allo start ma sempre più Calimero… Leone in gabbia invece Verstappen voto 6,5 che senza guizzi, non è da lui, porta a casa un altro quarto posto mentre 9 si merita la Red Bull con Gasly per la genialata del pit stop a tre giri dalla fine per prendersi il giro veloce che vale punti 1 come il voto di questa F1 che dopo mille gare sembra non sapere più cosa inventarsi…di sbagliato!

ULTIMO GIRO! Vince Hamilton davanti a Bottas e Vettel. Quarto Verstappen e quinto Leclerc

2 GIRI ALLA FINE: Grosjean prova a superare Albon per il decimo posto

Gasly rientra ai box, la Red Bull prova a strappare il punto del giro veloce a Vettel

3 GIRI ALLA FINE!

Anonima gara di Giovinazzi, 14° partendo dall’ultima fila con una strategia diversa ma poco fruttifera

5 GIRI ALLA FINE!

giro 51: stiamo per entrare negli ultimi 5 giri, non ci sono lotte in pista, anche Raikkonen ha un po’ alzato il piede dietro a Perez

giro 49: Hamilton ha 7″ su Bottas che ha 5″ su Vettel. Verstappen ha 10″ su Leclerc

giro 48: Ricordiamo che in questo momento è di Vettel il giro veloce e il punto aggiuntivo

giro 47: Leclerc è a meno di 12″ da Verstappen. Mancano 10 giri alla fine

giro 46: Bottas sta gestendo su Vettel, ora tornano 4″ i distacchi

giro 45: Raikkonen 9° è nei tubi di scarico della Force India di Perez

giro 44: Vettel è a 3″5 da Bottas, chissà…

giro 43: Leclerc si ferma ai box, qualche problemino sulla ripartenza dalla piazzaola. Charles rientra alle spalle di Verstappen

giro 42: eccolo senza nessun problema il sorpasso di Vettel su Leclerc. Torna a podio Seb

giro 41: Vettel è oramai a un secondo da Leclerc che verosimilmente dovrebbe lasciarlo passare

giro 40: cosa farà la Ferrari ora che Vettel arriverà alle spalle di Leclerc? Ricordiamo che il francese è in debito di un sorpasso con il tedesco dopo avergli lasciato la posizione a inizio gara

giro 39: Bottas super Leclerc dopo un giro di tentativi

giro 38: Bottas è già alle spalle di Leclerc, il francese si difende con forza

giro 37: a meno di 20 giri dalla fine della corsa posizioni un po’ rimescolate. Leclerc si ritrova tra le due Mercedes anche se con gomme più usurate

giro 37: doppio pit stop in casa Mercedes, Hamilton e Bottas rientrano nello stesso giro

giro 36: velocissimi i meccanici Ferrari, 2″2 il tempo record di cambio gomme. Seb rientra quarto, torna in zona podio Leclerc

giro 36: La Ferrari vuole coprirsi dall’undercut della Red Bull, richiamato Vettel ai box

giro 35: Verstappen in crisi di gomme va ai box, gomme gialla

giro 34: Hamilton si informa sulla paternità del giro veloce che quest’anno dà un punto e che per ora è di Bottas

giro 33: Hamilton ha oramai 5″ su Bottas

giro 31: Leclerc è a 4″ da Verstappen! Sempre più vicino il francesino

giro 29: Leclerc è il più veloce in pista e sta recuperando tanto su Verstappen, ora gli recupera quasi un secondo al giro

giro 28: Raikkonen supera Grosjean e sale al 9° posto

giro 27, distacchi della Ferrari: Vettel è a 8″ da Bottas, Leclerc è a 8″ da Verstappen

giro 26: Hamilton risponde a Bottas con le gomme più fresche e lo stacca subito mettendolo a 2″

giro 25: giro veloce di Bottas che è quasi in zona drs rispetto a Hamilton

giro 24: Hamilton si lamenta via radio del fatto che Bottas sia rientrato prima ai box ed ora gli sia molto vicino alle spalle: “Perchè prima lui” ha detto Lewis

giro 23: si fermano Hamilton che resta davanti e anche Leclerc che rientra staccatissimo dai primi 4, sicuramente penalizzato dall’ordine di scuderia che lo ha costretto a lasciar passare Vettel

giro 22: Bottas ai box, rientra alle spalle di Leclerc ma davanti a Vettel

giro 21: prova a respirare Vettel col giro più veloce con gomme nuove

giro 20: che battaglia Vettel e Verstappen! Sorpasso e controsorpasso tra i due con Max che entra in staccata, supera il tedesco che lo ripassa nell’incrocio in uscita dalla curva e lo accompagna verso il limite della pista ripassandolo!

giro 19: Vettel ai box, rientra davanti a Verstappen!

giro 18: Verstappen ai box! Prova l’undercut sulle Ferrari

giro 17: Verstappen si sta avvicinando alle Ferrari. RITIRO PER HULKENBERG

giro 16: pit stop forse vicini per le due Ferrari

giro 15: Leclerc resta a un secondo da Vettel

giro 14: va un attimo lungo con bloccaggio di gomme Vettel che dopo aver passato Leclerc non sta andando così più forte, ed infatti le Mercedes vanno via

giro 13 distacchi: 1. Hamilton, 2. Bottas a 4″; 3. Vettel a 10″; 4. Leclerc a 11″; 5. Verstappen a 13″

giro 12: il primo in top ten a fermarsi è Hulkenberg, gomma bianca per lui la più dura. Sarà un riferimento su tutti

giro 11: intanto grande Raikkonen che supera Hulkenberg e sale al 9° posto

giro 11: Arriva l’ordine di scuderia in casa Ferrari: “Lascia passare Seb”. Leclerc ubbidisce a denti stretti. Vettel lo supera sul rettilineo d’arrivo

giro 10: tram radio Ferrari a Leclerc: “Se non riesce a staccare Vettel fallo passare”

giro 9: nonostante Vettel sia in zona drs non riesce ad avvicinarsi più di tanto a Leclerc per provare a superarlo

giro 8: Questa la top ten 1. Hamilton, 2. Bottas; 3. Leclerc; 4 Vettel; 5. Verstappen, 6. Ricciardo; 7. Gasly; 8. Perez; 9. Hulkenberg; 10. Raikkonen che con la Sauber Alfa Romeo ha fatto una bella partenza risalendo già 3 posizioni

giro 7: Via radio Vettel ha detto di sentirsi più veloce di Leclerc, che ci sia un ordine di scuderia in vista?

giro 6: drive through per Kvyat che ha causato l’incidente in partenza

giro 5: Hamilton comanda con quasi 2″ su Bottas, oltre 4″ sulle due Ferrari che sono vicine e hanno staccato a loro volta Verstappen

giro 4: Vettel molto vicino a Leclerc, è in zona drs

giro 3: bandiera verde, si torna a correre con le Mercedes già in fuga, Ferrari costrette a inseguire ma già staccate

PARTITO IL 1000° GRAN PREMIO DELLA STORIA DELLA F1! Hamilton brucia Bottas allo start, idem fa Leclerc con Vettel. Incidente nelle retrovie tra Kvyat e Norris. VIRTUAL SAFETY CAR IN PISTA!

Partito il giro di formazione, poi sarà start del Gp Cina. E Verstappen e Kubica addirittura si girano in testacoda durante il giro di formazione, tanto freddo e gomme freddissime

Riepiloghiamo la griglia di partenza

1a fila 
1. Valtteri Bottas (Fin) Mercedes 1’31″547 alla media di 211,785 km/h
2. Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes 1’31″570
2a fila 
3. Sebastian Vettel (Ger) Ferrari 1’31″848
4. Charles Leclerc (Mco) Ferrari 1’31″865
3a fila 
5. Max Verstappen (Ned) Red Bull-Honda 1’32″089
6. Pierre Gasly (Fra) Red Bull-Honda 1’32″930
4a fila 
7. Daniel Ricciardo (Aus) Renault 1’32″958
8. Nico Hulkenberg (Ger) Renault 1’32″962
5a fila 
9. Kevin Magnussen (Den) Haas-Ferrari no time
10. Romain Grosjean (Fra) Haas-Ferrari no time
6a fila 
11. Daniil Kvyat (Rus) Toro Rosso-Honda 1’33″236
12. Sergio Perez (Mex) Racing Point-Mercedes 1’33″299
7a fila 
13. Kimi Raikkonen (Fin) Alfa Romeo-Ferrari 1’33″419
14. Carlos Sainz (Esp) McLaren-Renault 1’33″523
8a fila 
15. Lando Norris (Gbr) McLaren-Renault 1’33″967
16. Lance Stroll (Can) Racing Point-Mercedes 1’34″292
9a fila 
17. George Russell (Gbr) Williams-Mercedes 1’35″253
18. Robert Kubica (Pol) Williams-Mercedes 1’35″281
10a fila 
19. Antonio Giovinazzi (Ita) Alfa Romeo-Ferrari no time
20. Alexander Albon (Tha) Toro Rosso-Honda no time

Le monoposto hanno acceso i motori oramai siamo al countdown, pochi minuti e si parte!

Abbiamo parlato poco di Bottas che zitto zitto ha firmato la settima pole della sua carriera battendo ancora una volta il campione Hamilton. Ricordiamo che il finlandese è anche se di poco in testa al Mondiale dopo la vittoria in Australia e il secondo posto in Baharain

Siamo a meno di venti minuti dalla partenza, sale la tensione e si lavora alacremente per gli ultimi dettagli sulle monoposto

Le F1 sono oramai tutte sul rettilineo di partenza, o di arriva se vi fa comodo, del circuito di Shanghai. Vettel si piazza in seconda fila, terza in griglia. Ecco le sue parole, di speranza, in vista della gara.

Le monoposto stanno uscendo dai box per schierarsi sulla griglia di partenza. Una gara lunga, dove sarà importante la strategia e l’usura delle gomme. Lo scorso anno vince Ricciardo su Red Bull che si era ritrovato sesto nei primi giri

Manca meno di un’ora alla partenza del Gran Premio di Cina. Leclerc ha avuto un po’ di problemi in prova, qui le sue parole dopo le qualifiche che lo hanno visto finire quarto in griglia

Amici sportivi di Virgilio buongiorno, è proprio il caso di dirlo, e benvenuti alla diretta live del Gran Premio della Cina terza gara del Mondiale di Formula 1 2019! Start alle 8:10 ora italiana per quella che sarà la corsa numero 1000 della storia della F1.

Dopo l’amara trasferta in Bahrain, la Ferrari cerca riscatto sul tracciato di Shanghai in Cina. L’ottima prova di Charles Leclerc, che ha sfiorato la vittoria sul tracciato di Sakhir, è magra consolazione viste le debolezze di Sebastian Vettel e il gap con la Mercedes di Bottas e Hamilton che sembra ancora piuttosto marcato come hanno confermato le qualifiche.

Griglia di partenza: Ferrari dietro le Mercedes

Valtteri Bottas partirà dalla pole position del GP di Cina, con il tempo di 1’31″547, davanti all’altra Mercedes di Hamilton, staccato di appena 23 millesimi in qualifica. Seconda fila per le Ferrari, a tre decimi, con Vettel davanti a Leclerc. Quinta la Red Bull di Verstappen e l’altra “lattina” di Gasly, quindi quasi come il gioco delle coppie troviamo Ricciardo-Hulkenberg (Renault), Magnusen-Grojean (Haas). Male le Alfa Romeo: Kimi Raikkonen 13° e Antonio Giovinazzi in ultima fila con problemi di varia natura alle Sauber.

Mondiale F1, la situazione

Attualmente le Frecce d’argento dominano la classifica costruttori con 87 punti, mentre la Ferrari segue già distaccatissima a 48 punti. Nella classifica piloti invece in testa c’è per ora il finlandese Bottas della Mercedes con 44 punti, tallonato dal campione del mondo in carica Lewis Hamilton con 43 punti. Lontanissimi i ferraristi protagonisti di un avvio complicato: Leclerc, dopo la sfortunatissima prova di Bahrain, è quarto in classica con 26 punti mentre Vettel, autore di gp disastrosi, è quinto con 22 punti.

Caratteristiche del Gp di Cina a Shanghai

Il Gp di Cina si disputa sul circuito di Shanghai. Un circuito abbastanza giovane, nato nel 2003 e utilizzato in Formula 1 a partire dall’anno 2004. Fu edificato su un’area paludosa e furono utilizzate delle fondamenta in polistirene per adattarsi al suolo. Si tratta di un tracciato lungo 5,4 km con 16 curve. Ci sono due rettilei, il principale dei quali misura 1,4 km. I piloti dovranno effettuare 56 giri. Un percorso sinuoso con salite e discese e curve veloci in alternanza ad altre lentissime. I tecnici sollineano l’importanza del carico aerodinamico per sfruttare le curve di veloci, però anche la trazione per rilanciare in uscita dalle curve lente. Fondamentale la potenza pura per mangiare i rettilei. Per quanto riguarda i pneumatici si prevede la sollecitazione massima per l’anteriore sinistra. Tuttavia anche il rettilineo potrebbe provocare un deterioramento consistente del pneumatico. Previsto un largo ricorso alle gomme soft per i top team. Il record in gara risale al 2004 e fu stabilito da Michael Schumacher con la Ferrari in 1’32″238.

VIRGILIO SPORT | 14-04-2019 07:00

Gp Cina F1 pagelle: Hamilton da mille e una notte, caos Ferrari Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...