,,

Virgilio Sport SPORT

Fortnite, serve un'ente che tuteli i player: la proposta di Myth

Non è l'unica voce di protesta, sono molti i proplayer che non sono soddisfatti di Epic Games

Ali “Myth” Kabbani, il player d’eccellenza del Team SoloMid di Fortnite, ha proposto di istituire un’organizzazione che tuteli la categoria dei giocatori eSportivi professionisti. Questo perché, a detta del gamer, il panorama del Battle Royale sarebbe troppo ‘precario’ e l’azienda Epic Games applicherebbe al gioco continue modifiche durante o prima di grandi eventi.

Ovviamente quella di Myth non è l’unica voce della protesta, sono molti i proplayer che non sono soddisfatti di come Epic Games stia gestendo la scena eSportiva di Fortnite. D’altro canto l’azienda non ha mai taciuto la sua volontà di utilizzarla come uno strumento per fare marketing. La casa produttrice infatti, a inizio anno, aveva dichiarato apertamente che i continui aggiornamenti del titolo avrebbero dovuto essere una sfida e non un ostacolo per i giocatori professionisti.

Epic Games aveva inoltre promesso 100 milioni di dollari durante la stagione 2018-2019: solo l’anno scorso l’azienda ha distribuito 20.074.787 dollari, ossia poco più di un quinto della somma promessa. Fino ad adesso Turner ‘Tfue’ Tenney ha beneficiato della maggiore somma: 469.875 dollari, distribuiti in 22 tornei.

Ci sono altri eSports che si sono mossi in questa direzione: la League of Legends Championship Series Player’s Association e la Counter-Strike Pro Players Association ne sono un esempio. Anche i giocatori della Overwatch League stavano pensando a un’organizzazione guidata dall’ex proplayer Thomas Korte “Morte” Kerbusch, ma si tratta ancora di un nulla di fatto.

Riuscirà Myth nel suo intento?

HF4 | 11-01-2019 09:30

Fortnite, serve un'ente che tuteli i player: la proposta di Myth Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...