SPORT
  1. Home
  2. CALCIO
  3. SERIE A

Funerale Astori: il toccante retroscena juventino

Ecco come Buffon e gli altri giocatori bianconeri hanno trascorso le ore tra la vittoria di Londra con il Tottenham e la cerimonia di Santa Croce.

La Juventus, appena battuto il Tottenham e centrati i quarti di finale di Champions League, aveva un solo pensiero: quello di raggiungere Firenze nel minor tempo possibile da Londra per poter partecipare al funerale di Davide Astori.

Lo ha raccontato il quotidiano fiorentino ‘La Nazione’, raccontando ciò che è successo nelle ore successive all’impresa bianconera in quel di Wembley.

L’iniziativa è stata presa da Massimiliano Allegri (primo allenatore in serie A dello sfortunato difensore bergamasco) e Gianluigi Buffon (capitano di Astori in Nazionale). Il portiere bianconero, dopo la vittoria dei suoi sulla squadra allenata da Pochettino, è entrato negli spogliatoi informando i compagni della situazione: “Abbiamo trovato un aereo privato che ci porterà a Firenze domani mattina, ci sono i funerali di Davide. Se qualcuno di voi vuole venire si faccia trovare stanotte nella hall, noi partiamo alle 4 e mezzo”. Poi una precisazione, per chi non se la fosse sentita: “Capisco benissimo che vogliate restare a dormire dopo una partita come questa”.

Ciò che avvenne qualche ora dopo, però, fu l’esatto opposto rispetto a quanto Buffon aveva previsto. L’estremo difensore originario di Carrara aveva infatti prenotato e pagato insieme ad Allegri un piccolo jet in grado di ospitare solo 12 persone equipaggio compreso, ma all’ora stabilita praticamente l’intera rosa della Juventus si è presentata all’appuntamento. Così sono potuti partire alla volta di Firenze i soli Allegri, Buffon, Chiellini, Benatia, Pjanic, Barzagli, Marchisio, Rugani e Landucci. Alla Basilica di Santa Croce si è presentato anche Bernardeschi, arrivato direttamente da Torino perché non recatosi a Londra causa infortunio.

Non è tutto: ‘La Nazione’ ha anche raccontato che alla Juventus era stato proposto di entrare in Santa Croce attraverso un percorso riservato, ma Buffon a nome di tutta la squadra ha fatto sapere che i bianconeri avevano intenzione di presentarsi sul sagrato per manifestare a Firenze e alla sua popolazione tutta la propria vicinanza. “Vedere i tifosi viola che ci hanno applaudito, che ci chiamavano e ci ringraziavano è stato molto bello. La nostra presenza li ha fatti sentire meno soli e questo mi ha reso orgoglioso”, ha dichiarato poi Buffon a ‘TuttoJuve.com’.

SPORTAL.IT | 14-03-2018 18:00

Funerale Astori: il toccante retroscena juventino
Astori: celebrato il funerale
Fonte: Getty Images

SPORT TREND