SPORT
  1. Home
  2. CALCIO

Gattuso: Ho fatto peggio di Mou e ho un consiglio per Pipita

Nonostante le tante assenze Ringhio vede la giusta carica nei suoi

Ha una squadra mezza incerottata e con tante assenze, sente ancora un po’ di scetticismo circolare in giro nei suoi confronti e deve affrontare la squadra più forte che c’è. Rino Gattuso è a un bivio: o diventa un eroe contro la Juve o rischia di passare una sosta infuocata, tra voci di esonero e dubbi generalizzati. E se c’è qualcuno che può salvargli capra e cavoli quello è Higuain, recuperato dopo i problemi alla schiena e carico come una molla: “Non l’ho visto molto perché ha lavorato a Milanello mentre noi eravamo a Siviglia. Per come sente le partite, gli consiglio di stare tranquillo perché è uno che si innervosisce facilmente. Deve stare lucido ed avere voglia, è un grandissimo campione e se la deve godere anche se non è al massimo. Da solo può fare poco, deve lottare con tutta la squadra”.

RINGHIO E CR7 – In questi giorni si è parlato molto dei suoi battibecchi in campo con Ronaldo: “Non ho mai avuto nessuna attenzione speciale per lui, è un campione assoluto, per marcarlo dovevo solo farmi sentire e quando gli ho fatto qualche fallo ho sempre chiesto scusa. Oggi è più maturo, con meno tocchetti, ma con un motorino delle gambe e dei muscoli incredibili. L’ho sempre rispettato, si vede che ora è molto più con la testa”. Inevitabile parlare anche del gesto di Mourinho e Ringhio spiazza tutti: “Io ho fatto anche di peggio, figuratevi se ora mi metto a dire cosa può o non può fare Mourinho. Spalletti, in questo senso, ha ragione, quando il leone dorme va lasciato dormire. Tutti riceviamo offese, non sta a me giudicare. Vero è che sentire per 90 minuti che mia madre è così e mia moglie in altro modo, non è il massimo diciamo”. Il tecnico rossonero non sembra voler mettere le mani avanti nell’elogiare gli avversari: “Questa è la miglior Juve degli ultimi anni, sono di un altro pianeta. Sono i più forti d’Europa e hanno una grande mentalità. Ora hanno anche un campione come Ronaldo, ma con tutti i problemi che abbiamo scendiamo in campo a testa alta. Non dobbiamo avere nessuna preoccupazione, metteremo la miglior squadra in campo nonostante gli infortuni, non andiamo alla ricerca di alibi”.

RINGHIO E MAX – Capitolo mercato, si parla dell’interessamento per Benatia: “Mi piacciono tutti i giocatori e capisco dove volete arrivare con questa domanda. Mi piace Rugani, Chiellini, Bonucci, tutti i loro mi piacciono. Sono tutti fortissimi. Per il mercato dovete chiedere a Leonardo, e per rispetto dei giocatori non ne parlo. La società sicuramente farà qualcosa, poi chi fa mercato lo sa fare molto bene”. Allegri gli ha fatto parecchi complimenti: “Max è stato il mio allenatore e lo sento spesso, così come Sacchi. Fanno piacere i complimenti di loro due, ma ci lega una grande amicizia. I litigi che ho avuto con Leo e con Allegri mi hanno aiutato a fare questo mestiere, queste dinamiche mi hanno aiutato ad affrontare problematiche. Allegri è stato il mio capitano ad inizio carriera e l’ho ritrovato qua. Oggi riesce ad arrabbiarsi un po’ di più, quando giocava rideva di più, ho solo bei ricordi con lui. Non è un caso che ci telefoniamo mezz’ora a settimana parlando di calcio e altro, un motivo d’orgoglio per me”.

SPORTEVAI | 10-11-2018 15:40

Gattuso: Ho fatto peggio di Mou e ho un consiglio per Pipita Fonte: Ansa

SPORT TREND