,,
Virgilio Sport SPORT

Gelo nel Milan, i tifosi scaricano Gattuso

Aumenta lo scetticismo nei confronti di Ringhio per l'ennesima occasione sfumata.

Il terzo pareggio di fila del Milan inguaia Gennaro Gattuso. La squadra rossonera si conferma fragile a livello mentale e ad Empoli è sfumata un'altra vittoria nella ripresa, dopo una partita condotta in lungo e in largo ma senza la necessaria cattiveria in zona gol. Questa volta è stato un errore di Romagnoli a rovinare tutto, ma lo sbaglio è sempre in agguato. Inoltre i cambi apportati da Ringhio non sono serviti a nulla, ed anzi si è rischiato Cutrone, fresco di infortunio e già zoppicante dopo qualche minuto.

In rete è una pioggia di critiche nei confronti di Gattuso: non si critica l'uomo e l'ex calciatore, da sempre l'idolo della tifoseria rossonera, ma le qualità da tecnico dell'ex giocatore calabrese, non ritenute all'altezza da tanti tifosi che invocano a gran voce Antonio Conte (per ora inarrivabile a causa di un contenzioso del leccese con il Chelsea). 

Aumenta lo scetticismo e il silenzio della società, da Leonardo a Maldini, non promette nulla di buono per Ringhio, che dopo la partita si esprime così sulle difficoltà dei suoi: "In questo momento non possiamo dire di essere una grande squadra. In più quando i risultati non arrivano finisci anche col pagare qualcosa a livello mentale". 

Il Diavolo deve affrontare ora uno degli avversari più in forma del momento, il Sassuolo: "Speriamo di recuperare Higuain – continua Gattuso -. Non ha un problema importante, valuteremo nei prossimi giorni. Non ha un problema importante, valuteremo nei prossimi giorni".

"Penso che anche nel secondo tempo abbiamo creato tanto. L’errore ci può stare e li stiamo pagando a caro prezzo. Il rammarico è non chiudere le partite e questo sta diventando un problema. Parliamo di un’altra partita sfortunata, dobbiamo migliorare la fase realizzativa perché stiamo facendo fatica. Quando non vinci giocando bene, un po’ di tranquillità si perde, non posso nasconderlo. I ragazzi ce la stanno mettendo tutta. Dobbiamo stare tranquilli e lavorare".

Il mea culpa di Romagnoli: "Sono deluso e arrabbiato come me stesso. Mi prendo le responsabilità, non doveva succedere e senza quell’errore sarebbe finita diversamente. Mi scuso con i tifosi del @acmilan e con tutti. Ci rifaremo. Potevamo chiuderla prima perché in Serie A, appena sbagli la paghi. Senza il mio errore sarebbe stata un’altra gara. Adesso dobbiamo pensare a vincere contro il Sassuolo. Ci manca la forza di chiudere le partite. Era importante non prendere gol e ci eravamo riusciti. La strada però è quella giusta, dobbiamo continuare a lavorare e i risultati arriveranno".

 

SPORTAL.IT | 28-09-2018 10:15

Gelo nel Milan, i tifosi scaricano Gattuso Empoli-Milan 1-1 Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...