,,

Virgilio Sport SPORT

Gioia e dramma: Gaetano esordisce con il Napoli e la nonna muore

Il giovane giocatore del Napoli segnato da un grave lutto nella serata della più grande soddisfazione

Quanto dolore inquina la felicità di questo ragazzino e della sua famiglia, oggi, dopo lo strappo più ingiusto? Gianluca Gaetano ha esordito in Serie A con la maglia del Napoli, realizzando il sogno di riscatto e d’orgoglio della sua famiglia mentre la nonna, Carmela, veniva colpita da un malore. Se n’è andata così, mentre a Cimitile si preparavano i festeggiamenti con una batteria di fuochi d’artificio che segnavano l’ingresso nel calcio che conta di Gianluca.

Secondo quanto riferito da Il Mattino, al termine della partita di Ferrara, il padre Gianfelice Gaetano ha provato a chiamare la nonna Carmela, rispettando un rito che si ripeteva ad ogni incontro giocato dal nipote calciatore. Ma questa volta il telefono squilla a vuoto. Dopo qualche minuto, Gianfelice ha ricevuto a sua volta una chiamata: nonna Carmela si era sentita male dopo essere scesa in strada 8aveva sentito un litigio esplodere con i vicini) e nonostante l’intervento tempestivo di un medico, Francesco Di Palma, e i soccorsi purtroppo la crisi è stata irreversibile. La soddisfazione per quel risultato così importante per la Gianluca e la sua famiglia e l’intera comunità di Cimitile si è sciolta, davanti al dramma della perdita di una figura così centrale nella loro vita.

Su Instagram, Gaetano ha deciso di postare una foto della nonna e di dedicarle un lungo post. “Ricordo quando dovevi farmi le siringhe per curarmi, avevo paura, ma con la tua dolcezza con la tua mano ferma mi rassicuravi,mi facevi stare tranquillo, ricordo che quando facevo un po’ tardi mi aspettavi fuori al balcone e mi dicevi “tu sei l’ultimo a tornare” ti rispondevo di no ma tu non andavi a dormire aspettavi i miei fratelli e tuo figlio per assicurarti che tutti tornavano che tutti dormivano.
Mi hai visto fare l’esordio ma io non sono riuscito a vederti per l’ultima volta, io ti ringrazio di tutto di tutte le belle cose fatte insieme delle cene di Natale di tutti i compleanni.
Mamma mia, nonna che pizza che facevi nel forno, che pastiera di maccheroni, che sprolunge di pasta con il pesto e pomodoro, compravi il pesto ai funghi mamma mia che belle cose. Tu rimarrai con me, rimarrai nel mio cuore.
Adesso non posso più bussarti la sera quando faccio un po’ tardi, dovrò farmi le chiavi perché avevo te che mi aspettavi.
Ricordo che ogni lunedì stavo da te perché mamma e papà uscivano, io avevo paura di stare solo giù a casa nel buio e mi facevi salire facendomi stare su da te, sulla poltrona comoda e tu ti mettevi sulla sedia scomoda ma non te ne fregava perché volevi che io stavo bene volevi che stavo comodo a riposare.
Che ne sanno gli altri, che NONNA SPECIALE.
Grazie di tutti questi anni, mi dispiace non averti visto per l’ultima volta e non aver potuto abbracciarti forte.
Ti voglio bene nonna, riposa in pace ,sarai sempre con me .. Nel mio cuore ❤️”.

VIRGILIO SPORT | 14-05-2019 12:45

Gioia e dramma: Gaetano esordisce con il Napoli e la nonna muore Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...