,,
Virgilio Sport SPORT

Gioiello di Dybala, Juve prima. E l'Atalanta vince e sogna

Bianconeri certi di aver vinto il girone dopo l'1-0 sull'Atletico Madrid, il 2-0 di San Siro sulla Dinamo Zagabria riapre tutto per la Dea.

La Juventus batte l’Atletico Madrid con un gol gioiello di Paulo Dybala (una punizione da posizione impossibile): tanto basta per chiudere la serata di Torino sull’1-0 e conquistare il primo posto aritmetico nel Girone D di Champions League. Il Girone C saluta invece la prima, storica vittoria dell’Atalanta che a San Siro piega per 2-0 la Dinamo Zagabria: segnano Luis Muriel su rigore e il Papu Gomez dopo uno splendido assolo. Qualificazione complicata, ma aperta.

A Torino Sarri rimanda in campo Cristiano Ronaldo in coppia con Dybala, mentre è Higuain a restare in panchina. CR7 però incide poco in quella che si rivelerà la serata della Joya, sin dalla prima conclusione tentata al 10′ dopo bella combinazione con Ramsey. Il primo tempo sembra però scivolare senza troppe emozioni, con i bianconeri attenti dietro e Saul che vanifica due occasioni.

La Juventus è però complessivamente bravissima a rallentare l’Atletico senza correre rischi, aspettando il momento opportuno per affondare. Quando poi sembra che il primo tempo possa finire a reti inviolate, ecco la magia che fa saltare il banco.

La trova come detto Dybala, che a 45′ ampiamente scaduto si incarica della battuta di una punizione da posizione defilatissima sulla destra, praticamente un corner corto. Ebbene, l’argentino trova un angolo perfetto, con la palla che si alza e poi si abbassa alle spalle di un sorpreso Oblak.

Finisce così il primo tempo, con la Juve che nella ripresa può permettersi di controllare e rischia pochissimo anche dopo l’ingresso in campo della stellina Joao Felix. Anzi, è Bernardeschi a incidere di più, colpendo un palo tre minuti dopo essere entrato in campo.

Se la Juventus sorride, chi festeggia è l’Atalanta: il 2-0 sulla Dinamo Zagabria è storico e permette di sognare la qualificazione, anche se il pareggio dello Shakhtar Donetsk con il Manchester City complica un po’ il tutto.

Partita scoppiettante a San Siro, con l’Atalanta che fallisce almeno quattro palle gol nitide nel primo tempo (particolarmente impreciso Pasalic). Un rigore perfetto di Muriel sblocca tutto al 27′.

Ci sono anche una traversa per parte, poi Gomez a inizio ripresa si inventa un tunnel con splendido gol di destro. E la Dea ora può sognare.

SPORTAL.IT | 26-11-2019 23:03

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...