,,
Virgilio Sport SPORT

Icardi alla Juve è possibile: Wanda Nara non cede a Marotta

Appena un anno fa, si consumava la vicenda più travagliata della lunga storia che ha legato Mauro Icardi all’Inter. Nelle diatribe, mai esplicitate, mai capite nel merito, di quanto avvenne tra il capitano, Wanda Nara e il neo deus ex machina Beppe Marotta c’era il senso, però, del nuovo corso segnato dalla decisione di strappare la fascia di capitano dal braccio di Icardi per consegnarlo a chi interpretava meglio o in modo più coerente la filosofia della neo dirigenza.

Quella stessa unità di pensiero e azione che ha condotto sulla panchina un vincente come Antonio Conte, il quale continua a esternare le proprie rimostranze, nella consapevolezza di poter vantare un rinnovamento che oggi deve gestire. E non solo modificare.

Icardi e lo strappo della fascia

Ecco che oggi, 13 febbraio, oltre a celebrasi un anniversario a cui attribuire un significato, sia Icardi sia l’Inter (la sua dirigenza, in particolare) devono misurarsi con quanto raccolto dopo il travaglio seguito nei mesi successivi e nel susseguirsi di smentite, di chiarimenti, di telefonate in diretta a Tiki Taka (dove allora Wanda Nara ricopriva il ruolo di opinionista) per ridimensionare quello che si preannunciava come il divorzio dell’anno.

Così è stato, in estate: Icardi è andato al PSG con un contratto-capolavoro intessuto dalle abili manovre della moglie agente. La stessa responsabile dell’apertura di nuovi fronti, in Serie A, e che vorrebbe tentare la carta del ritorno in Italia ma a Torino, alla Juventus per mantenere alti ingaggio e prestigio del consorte.

Cavani, Neymar e Mbappé

I numeri dell’attaccante argentino al PSG sono indubbiamente premianti: il suo stato di grazia ha scansato l’eventualità di un rinnovo per Cavani, vicino all’Atletico Madrid, ma per Leonardo ci sono da sciogliere alcuni nodi di proporzioni esagerate. Che ne sarà, infatti, di Mbappé e Neymar?

La battuta tagliente di Wanda Nara

Il diritto di riscatto, che potrebbe essere esercitato dal club argentino, è pari a 70 milioni di euro. Da parte di Marotta non vi sarebbe alcun ripensamento: Icardi può proseguire a segnare, ma altrove nonostante i nostalgici e i tifosi perché l’acquisto Romelu Lukaku ha vestito al meglio ul ruolo affidatogli da Conte. Wanda Nara minaccia di riportare suo marito in Italia alla Juve e ironizzando sulla Champions League aveva detto: “Mauro giocherà gli ottavi di finale e Lukaku li vedrà in tv”. Una frase che si impone all’attenzione dei media e che, fino a questo momento, non ha spinto né Marotta né Paratici a prendere posizione.

VIRGILIO SPORT | 13-02-2020 10:24

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...