Virgilio Sport

Il grido di allarme del medico: "No al lockdown dei giovani"

Non ha dubbi Maurizio Casasco, presidente della Federazione Medico Sportivo Italiana (Fmsi) e presidente della Federazione Europea di Medicina dello Sport (Efsma).

29-10-2020 13:55

Il grido di allarme del medico: "No al lockdown dei giovani"

Maurizio Casasco, presidente della Federazione Medico Sportivo Italiana (Fmsi) e presidente della Federazione Europea di Medicina dello Sport (Efsma), ha parlato della situazione venutasi a creare a livello sport dilettantistico. E lo ha fatto con ‘Avvenire’.

“Chiudere oggi i ragazzi in casa vuol dire interrompere la formazione, la crescita psicologica oltre ai danni medici – ha detto il medico -. Sappiamo perfettamente che i primi anni di vita sono fondamentali per lo sviluppo. Per la crescita del cervello l’attività fisica è fondamentale perché stimola il neuro sviluppo e la neurogenesi in particolare, attraverso un fattore di crescita prodotto dal cervello, il Bdnf, che stimola l’ippocampo anteriore e la cui rilevanza sempre ma soprattutto nelle prime 2 decadi della vita è fondamentale. 

“L’evidenza scientifica mondiale dimostra l’utilità dell’attività fisica, non solo a supporto di quella formativa, ma in quella mentale oltre a quella dei rapporti sociali – ha aggiunto Casasco -. Sento parlare ogni giorno di sport professionistico, sento parlare sempre di palestre, ma nessuno parla mai dei giovani. Non possono essere messi alla pari gli interessi commerciali con quello dello sport dilettantistico, portato avanti dagli enti di promozione con grandi sacrifici. Non può esserci questo lockdown dei giovani”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...