,,
Virgilio Sport SPORT

Il muro svedese cade tra le proteste, Germania in salvo

Emozionante vittoria in rimonta per 2-1 dei campioni in carica che vincono in 10 al 96' e spingono i giustizieri dell'Italia verso l'eliminazione.

La Germania si salva all’ultimo secondo e allontana lo spettro di una clamorosa eliminazione al primo turno dal Mondiale. Dopo il ko al debutto contro il Messico, i campioni del mondo hanno piegato al 96’ una Svezia solidissima e capace di approfittare delle lacune tattiche della squadra di Löw, ma alla fine sconfitta dalla qualità degli avversari. Il 2-1 finale permette ai tedeschi di essere padroni del proprio destino: il pareggio li avrebbe infatti messi a rischio perché Messico e Svezia si sarebbero qualificate pareggiando tra loro, mentre ora a Löw basterà battere la Corea, ma c’è il rischio secondo posto con Brasile in agguato agli ottavi. La gara contro i gialloblù è stata a senso unico, la Germania ha giocato stabilmente nella metà campo avversaria, confermando però quanto mostrato al debutto, cioè di avere poco equilibrio: così, una volta superati indenne i primi affondi tedeschi, la Svezia spaventa Neuer quando Berg si presenta davanti al portierone tedesco, salvo essere abbattuto da Rüdiger nell'indifferenza di arbitro e Var, e poi passa al 35’, quando Kroos sbaglia un passaggio banale permettendo a Claesson di mandare in porta Toivonen che supera Neuer con un pallonetto complice la deviazione di Rüdiger.

Qui i tedeschi rischiano il tracollo a livello nervoso, ci vuole il miglior Neuer per evitare il raddoppio di Berg di testa allo scadere, ma il secondo tempo sarà un lunghissimo monologo della squadra di Löw. Il tecnico indovina il cambio mandando in campo Gomez per Draxler e spostando Werner a sinistra: da qui verrà il cross scaraventato in rete da Reus già al 3’ che dà il via all’assalto della Germania alla porta di una Svezia che si farà via via sempre più piccola e timorosa. Löwmanda in campo tutti i giocatori offensivi a disposizione, ma il pallone non sembra voler entrare tra errori di mira e le parate di Olsen, decisivo anche allo scadere su Gomez. L’espulsione di Boateng per doppia ammonizione a 10’ dalla fine sembra spegnere le speranze della Germania, ma al 96’ la punizione d’antologia di Kroos da posizione impossibile disegna un arcobaleno che fa passare il temporale e la paura e spalanca alla Svezia le porte dell’eliminazione.

SPORTAL.IT | 23-06-2018 22:10

Il muro svedese cade tra le proteste, Germania in salvo Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...