,,
Virgilio Sport SPORT

Il Var è a rischio: guerra agli arbitri ribelli

I vertici arbitrali stanno pensando a un giro di vite dopo gli ultimi clamorosi errori.

La serie A va in vacanza ma non si fermano le polemiche che attanagliano il VAR, la moviola in campo, dopo gli ultimi clamorosi errori, a cominciare dai quattro rigori negati nell’ultimo mese per evidente falli di mano di Iago Falque (Lazio-Torino), Torreira (Sassuolo-Sampdoria), Mertens (Crotone-Napoli) e Bernardeschi (Cagliari-Juventus).

Le ultime debacle hanno messo per la prima volta in discussione il Video Assistant Referee, fino a questo momento lodato e approvato dalla maggior parte degli addetti ai lavori. Fanno malissimo soprattutto le parole del presidente del Cagliari Giulini, che dopo la partita persa contro la Juventus ha avanzato il sospetto di una sudditanza psicologica che penalizza le squadre piccole e falsa il campionato.

L’ipotesi è che ci sia un fronte di arbitri “ribelli”, anti-tecnologia: alcuni infatti la usano con regolarità per correggere gli errori o confermare la bontà delle loro decisioni, altri, come il contestatissimo Calvarese, proprio non la usano e si rifiutano di andare a bordo campo a controllare il video. Il rischio è quello di un VAR a due velocità che potrebbe condizionare l’esito dell’intero torneo se non si troveranno per tempo correttivi adeguati.

Secondo la Stampa, i vertici arbitrali stanno pensando a un giro di vite: “In campo l’arbitro ha tutto il diritto di affidarsi alla propria interpretazione sul tema, ma se tale interpretazione si scontra, radicalmente, con la realtà dei fatti, il collega davanti alla tv deve avere la forza per spingerlo a rivedere le immagini televisive”. Chi non si atterrà alla nuova linea, verrà punito con la sospensione.

Il VAR resta in ogni caso una sperimentazione e il rischio che si faccia un passo indietro esiste, nonostante le dichiarazioni del presidente dell’Aia Nicchi, che aveva parlato di irrevocabilità. L’Ifab, l’istituzione che modifica le regole del calcio, ha promosso finora l’uso della moviola in campo in Italia ma ha raccomandato che il Var debba cercare di limitare i suoi interventi. Sarà quindi fondamentale una “codifica” dei casi in cui diventa indispensabile e obbligatoria la verifica del video da parte dell’arbitro.

SPORTAL.IT | 08-01-2018 10:10

Il Var è a rischio: guerra agli arbitri ribelli Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...