SPORT
  1. Home
  2. GOSSIP

Ilaria D'Amico: Rigore imparabile per Gigi, nessuno lo dice

La compagna del portiere ex Juve costretta a fare i salti mortali per non tradire emozioni

Dura la vita di chi deve commentare in diretta le gesta del proprio compagno. Da quest’anno Ilaria D’Amico non è più il volto femminile di Sky per la serie A, dopo che in passato si è trovata nella veste non facile di dover parlare anche delle partite del suo compagno Gigi Buffon, ma la giornalista è il punto di forza dell’emittente satellitare per le gare di Champions. E il portiere, che ha lasciato la serie A, gioca proprio la Champions col Psg. Ieri sera pertanto, nel dopo-partita della gara al San Paolo col Napoli, ci sono stati momenti di imbarazzo durante l’intervista a Buffon, autore tra l’altro di una prova maiuscola. La D’Amico ha provato a rimanere fredda e imparziale, non ha fatto domande al compagno ma quando c’è stato da analizzare il gol segnato dagli azzurri con Insigne su rigore proprio non ce l’ha fatta e si è lasciata scappare un commento più emotivo che professionale: “Rigore tra l’altro imparabile e nessuno lo dice”.

ERA PARABILE? – Per aggiungere dopo: “Insigne ha tirato un rigore perfetto, l’aveva anche intuito e forse si innersvosisce ancora di più…”. Poi confessa che in studio sono arrivati i complimenti a Buffon: “Non sapete cosa si sente fuori onda…”. Lo stesso Buffon poi ha spiegato che prima dell’esecuzione dal dischetto solo lui sorrideva (per cercare di distrarre l’attaccante azzurro dal dischetto): “No Insigne non sorrideva, aveva altro a cui pensare”. In studio c’era anche Fabio Capello che chiede ad Ancelotti: “Mi ha sorpreso il rigorista, Buffon conosce Insigne molto bene” fa notare Capello in merito al rigore ed Ancelotti ironizza: “Ma anche Insigne conosce bene Buffon”. A quel punto interviene anche Ilaria D’Amico: “Quindi dice che conosce i limiti di Buffon…”.

POCO GLAMOUR – Risale a poco fa un’intervista in cui la giornalista spiegava il suo rapporto col calciatore: “Io e Gigi abbiamo rotto gli schemi semplicemente scegliendo di vivere il nostro privato lontano dai riflettori, siamo poco glamour. Abbiamo cercato di trasferire anche ai nostri figli un’idea di normalità nella vita di tutti i giorni, con il sapore delle cose semplici. Siamo tutti vittime dei luoghi comuni, anch’io pensavo che in generale il calciatore fosse un po’ superficialone e che una come me non potesse interessarsi a lui e viceversa,ci siamo conosciuti in un momento delicato delle nostre vite e ci trovavamo più o meno nella stessa condizione. La prima volta siamo rimasti a parlare tre ore e io sono tornata a casa turbata positivamente. Quella sera pensavo: ‘No, ma lui è un calciatore’, eppure qualcosa di bello in me era già successo. A un mese dal suo passaggio al Psg, Sky mi ha profilato l’ipotesi della Champions League, incredibile. Siamo una famiglia ‘a elastico’, con più case. Prima il nostro asse era Milano-Torino, ora l’elastico si allarga creando il triangolo Milano-Torino-Parigi”.

SPORTEVAI | 07-11-2018 11:38

Ilaria D'Amico: Rigore imparabile per Gigi, nessuno lo dice Fonte: Ansa

TAG:

SPORT TREND