Virgilio Sport

Immobile e Ronaldo a quota 30, come nel 1951

Due giocatori di Serie A sono riusciti a segnare almeno 30 goal nella stessa stagione: era da settant'anni che non capitava.

21-07-2020 14:00

Immobile e Ronaldo a quota 30, come nel 1951 Fonte: Getty/Goal

Una sfida incredibile, come non si vedeva da anni. Da decenni, per la precisione. Cristiano Ronaldo ha trovato un nuovo rivale per la classifica marcatori di Serie A, con qualche goal in meno certo, ma comunque a livelli incredibili: dopo Messi, sfida a suon di reti con Ciro Immobile.

Lotta a distanza tra i due capocannonieri della Serie A, arrivata faccia a faccia nel match tra Juventus e Lazio che ha visto Cristiano Ronaldo arrivare a quota 30 reti con una doppietta, superando Immobile prima di essere nuovamente raggiunto dall’attaccante italiano alla stessa cifra.

Due giocatori a 30 reti con l’obiettivo di vincere classifica cannonieri, Scarpa d’Oro, magari battendo il record di 36 reti di Higuain. Intanto, però, il dato di due giocatori capace di superare i 29 centri stagionali non si vedeva da settant’anni in Serie A.

Era dal 1950/1951, infatti, che due giocatori di Serie A non riuscivano a raggiungere almeno trenta reti nella stessa stagione. Allora furono Nordahl, fuoriclasse del Milan, e Nyers, bomber dell’Inter: l’attaccante rossonero vince la classifica marcatori con 34 centri, l’ungherese arrivò secondo con 31.

La Serie A, a differenza sopratutto della Liga, ha dovuto aspettare a lungo prima di rivedere un duello del genere, visto e considerando che gli unici a raggiungere almeno 30 goal negli ultimi settant’anni non hanno avuto grossi rivali nel conquistare il titolo di miglior marcatore: Higuain nel 2016, Toni nel 2006, Angelillo nel 1959, Hansen nel 1952.

Spesso contestata per le poche reti segnate e lo spettacolo mancante, stavolta la Serie A si è superata, con Immobile e Cristiano Ronaldo decisi a vincere tutto per rimanere nella storia del calcio italiano ed ovviamente europeo in caso di conquista della Scarpa d’Oro.

Il trofeo per il miglior bomber italiano ed europeo, però, non potrà essere un trampolino di lancio per qualcosa di ancora più grande: come noto, infatti, il Pallone d’Oro 2020 non sarà assegnato. Un peccato per entrambi.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...