,,
Virgilio Sport SPORT

L'accusa: "Tutti ridono del Milan guidato da incapaci"

Infuria in casa rossonera il caso Gomez.

Infuria in casa Milan il caso Gustavo Gomez. Il difensore paraguaiano vuole lasciare a tutti i costi i rossoneri perché non trova spazio, il Boca Juniors ha fatto un’offerta ma il Diavolo vuole almeno 7 milioni di euro, troppo per gli argentini. Lo stallo dell’affare ha provocato la furia dell’agente del giocatore Augusto Paraja, che nei giorni scorsi è stato protagonista di un duro confronto con il direttore sportivo del club meneghino Massimo Mirabelli (secondo indiscrezioni, con lancio di sedia contro una finestra).

Paraja ha attaccato duramente Mirabelli e i dirigenti del Milan in una intervista a Tuttosport: “Lo scontro con Mirabelli? Di quello che sia successo in sede, preferisco non parlare. Ma vi garantisco che il Milan sta attraversando un momento di grande confusione. E mi auguro che quanto prima il Milan venga rappresentato di nuovo da personaggi all’altezza. Se prendi un giocatore di terza o di quarta categoria, e lo metti in Serie A, poi non puoi stupirti se fai brutta figura. Se non hai il livello intellettuale e professionale per dirigere un grande club, e te lo mettono in mano lo stesso, i risultati non sono buoni”.

“Ormai, nel mondo del calcio, tutti i dirigenti, gli allenatori, i giocatori ridono della situazione che si è venuta a creare al Milan – incalza Paraja -. Noi siamo stati trattati malissimo. I dirigenti del Boca Juniors sono arrivati da Buenos Aires, hanno portato una maglia in regalo e in cambio non hanno ricevuto nemmeno un caffè. Questo è stato l’inizio, immaginatevi com’è finita la riunione. Quando ci siamo ritrovati insieme in ascensore, quelli del Boca non volevano credere a quanto era successo: hanno offerto prima 5 e poi 6 milioni per Gustavo Gómez, era un affare anche per il bilancio. Nemmeno nella Serie C argentina si comportano in questo modo. La stessa cosa era successa 6 mesi fa quando sono venuto con i dirigenti del Fenerbahçe presentando un’offerta concreta. E’ tutto improvvisato: il Milan non ha nemmeno accettato di negoziare”.

“Il Milan oggi è questo. E tutti lo sanno. Persino se prendi un taxi e chiedi al tassista cos’è il Milan ti risponde esattamente così. Perché tutti sanno, ormai, quel che capita al Milan in questi tempi”.

SPORTAL.IT | 25-01-2018 10:50

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...