,,
Virgilio Sport SPORT

Insigne si sfoga: vuole la cessione. Interessato un club di serie A

L'attaccante del Napoli non ha digerito l'ennesima contestazione.

Nervosismo alle stelle per Lorenzo Insigne dopo l'ennesima contestazione subita al San Paolo durante il match di Europa League contro l'Arsenal. Sostituito da Ancelotti nella ripresa, l'attaccante del Napoli è stato travolto dai fischi e dopo alcune parole al mister dei partenopei ha preso furioso la via degli spogliatoi. Dopo il match, riporta il Mattino, il capitano degli azzurri avrebbe ripetuto più volte la frase "Solo con me, ce l'hanno solo e sempre con me": il talento di Frattamaggiore non ci sta a fare da capro espiatorio.

Il giocatore, legato al Napoli fino al 2022 con un contratto da 4,6 mln a stagione, ha avuto un faccia a faccia venerdì con Ancelotti e Giuntoli. Insigne ha valutato la sostituzione come una sorta di punizione, che ha aumentato la contestazione nei suoi confronti; Ancelotti ha spiegato invece che il il cambio era in programma ormai da qualche minuto. Il chiarimento con l'allenatore di Reggiolo è arrivato,  ma l'umore resta molto cupo. 

L'agente Raiola sarà nel capoluogo campano nei prossimi giorni per mediare tra le parti. Insigne ritiene al capolinea la sua avventura al Napoli e in caso di richieste soddisfacenti in Italia o all'estero chiederà la cessione. Ma per ora nessun club ha intenzione di accontentare la richiesta di Aurelio De Laurentiis, che valuta il cartellino dell'Azzurro tra gli 80 e i 100 milioni di euro: troppo per tutti.

Anche per il Milan, che secondo alcune fonti si sarebbe interessato alla questione, ma non a quelle cifre. All'estero alcuni mesi fa aveva effettuato un sondaggio l'Atletico Madrid, ma il discorso non è proseguito.

Il padre di Insigne a NapoliMagazine.com ha invece smentito di aver pronunciato le parole "Ancelotti è un pacco", dopo l'eliminazione dall'Europa League. "Non ho rilasciato nessuna intervista al termine, nè ho parlato con i giornalisti. Mi sono state attribuite parole non vere e che non ho mai pronunciato. Non ho mai inveito contro Ancelotti. Non mi permetterei mai. Lorenzo era deluso per l’uscita dall’Europa League, come lo siamo tutti, è normale. Lo stesso Ancelotti ha sottolineato che non c’è alcun problema tra di loro. La sostituzione fa parte del gioco, come pure i fischi del pubblico. Ma è un discorso che finisce lì. Come già detto, Lorenzo ama Napoli, è fiero di esserne il capitano e qui sta benissimo”.

SPORTAL.IT | 20-04-2019 12:28

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...