Virgilio Sport

Inter: Antonio Conte perde un pezzo per la volata scudetto

Il centrocampista ha accusato problemi alla coscia destra.

19-06-2020 14:08

Inter: Antonio Conte perde un pezzo per la volata scudetto Fonte: 123RF

Continua il calvario di Stefano Sensi: il centrocampista dell’Inter ha accusato problemi alla coscia destra e a breve si sottoporrà a esami specifici per capire l’entità dell’infortunio e valutare tempi di recupero.

Quello dell’ex giocatore del Sassuolo è il quinto stop dal suo approdo a Milano: due volte agli adduttori, poi polpaccio e piede. Beppe Marotta farà sicuramente le dovute valutazioni anche per quanto riguarda l’opzione del diritto di riscatto prevista nel rapporto tra il club nerazzurro e quello neroverde.

Antonio Conte è orientato a dare ancora fiducia al classe 1995 e potrebbe chiedere alla società la sua conferma nonostante i diversi problemi fisici accusati in questi mesi.

Proprio il tecnico del Biscione nella giornata di giovedì ha parlato alla tv cinese Pp Sport, parte del Gruppo Suning: “Ogni singolo giocatore deve alzare il proprio livello. Penso che si sia iniziato un bel percorso e quando si iniziano cammini del genere bisogna crederci e avere voglia di affrontare le difficoltà”.

“Sappiamo di avere di fronte un percorso per tornare a vincere. Non ci sono scorciatoie, solo lavoro e sacrificio, fatica e passione: Al tempo stesso, però ho molta voglia di tornare in campo e grande ambizione”.

“Mi rende orgoglioso vedere come stia crescendo la mentalità di questa squadra. Noto che i calciatori sono consapevoli che se vogliamo essere competitivi e lottare per vincere. Se devo trovare un aspetto positivo della pausa per l’emergenza Covid è quello di aver avuto il tempo per rivedere i primi sette mesi, ripensare alla nostra rosa, rileggere le cose negative e quelle positive. Io chiedo sempre di alzare l’asticella, prima di tutto a me stesso”.

“Ringrazio i giocatori per la loro professionalità e lo staff che si è preso cura di loro quotidianamente – ha poi spiegato Conte -, utilizzando Zoom per far sentire la nostra presenza ai ragazzi in un momento difficile per molti. Poi, con i nostri preparatori Pintus e Coratti abbiamo creato un programma: si è cominciato con lavori individuali, solo un allenamento al giorno e lavoro tecnico-tattico, fisico e di video-analisi”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...