Virgilio Sport

Inter avanti tutta, tifosi in festa: “Dedicata a media e gufi”

La squadra di Antonio Conte vince 2-0 contro il Ludogorets grazie a Eriksen e Lukaku nella gara d’andata dei sedicesimi di finale di Europa League

20-02-2020 20:59

Inter avanti tutta, tifosi in festa: “Dedicata a media e gufi”

Massimo risultato con il minimo sforzo. L’Inter non esalta, ma le basta mettere in campo il suo talento per avere la meglio 2-0 del Ludogorets. Grande soddisfazione per la prima rete in nerazzurro di Christian Eriksen, ma ancora più determinante l’ingresso dalla panchina di Romelu Lukaku che cambia volto alla gara. Tra sette giorni la sfida di ritorno al San siro

Dedicato ai gufi

Ovviamente la gran parte delle reazioni social sono tutte dedicate a Christian Eriksen. Il giocatore arrivato dal Tottenham che fino a questo momento aveva trovato poco spazio nello scacchiere di Conte. E per i tifosi interisti è un momento di riscatto: “Dedicato ai gufi e alla stampa italiana” scrive Francesco, ma c’è anche chi è più obiettivo: “La realtà è che Eriksen ha giocato male tutta la parte – come del resto tutti i suoi compagni – ma. Dopo il gol, e dopo essere stato spostato sulla trequarti, pare essersi svegliato”. Ma c’è anche la reazione dei tifosi di altre squadre: “Sono il primo a dire he Eriksen è il trequartista più forte al mondo e che l’Inter abbia fatto un affare, però non è che adesso ad ogni passo che fa dovete impazzire”.

Partita al sonnifero

Gol di Eriksen a parte, la gara non ha espresso molti spunti per esultanza o per saltare dal divano: “Si ringrazia il tizio col tamburo per averci tenuto sveglio durante la partita” o c’è chi si affida a qualcosa di extra: “Una di quelle partite dove solo le Weiss possono darti un po’ di euforia”. “Mi aspettavo una partita simile – scrive Flavio – moscia, anzi soporifera, vinta grazie ad una giocata individuale e al rigorino dell’ultimo minuto”.

La direzione arbitrale

E non è passata sotto silenzio nemmeno la direzione arbitrale: “La bellissima differenza degli arbitri Europei – scrive un tifoso facendo riferimento a un episodio arbitrale – in Italia, questo sarebbe stato rigore, sembra quello di Ronaldo in Juve-Geona. Bravo l’arbitro, come tutti gli arbitri europei, anche Marciniak ha mantenuto l’attenzione senza cadere nelle trappole”. Ma c’è anche chi sostiene che di questa situazione si poteva approfittare: “L’arbitro non ci ha fischiato contro almeno cinque o sei cose che in Italia sarebbero state ammonizione e squalifiche più un rigore contro. Non approfittarne sarebbe un crimine”. “Ovviamente nel campionato così un rigore non ce l’avrebbero mai dato”.

Testa al campionato

L’Inter porta dunque a casa un successo in Bulgaria senza soffrire e senza bruciare energie preziose per il campionato: “Avversario scarso. Partita amministrata e vinta col minimo sforzo. Migliore in campo: nonno Borja che ai ritmi compassati ne porta ancora a spasso tantissimi” o anche “L’Inter non entusiasma ma vince comunque 2-0 in trasferta, porta dosi già agli ottavi con un piede e mezzo. Dovrebbe essere soltanto una formalità a San Siro tra sette giorni”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...