,,
Virgilio Sport SPORT

Inter, Conte avvisa i suoi: "Due squadre più forti di noi"

"I cavalli buoni si vedono solo alla fine".

Il tecnico dell'Inter Antonio Conte tiene i suoi sulla corda dopo le cinque vittorie consecutive: la gara con la Sampdoria, facile sulla carta, nasconde numerose insidie. "E' la classica partita in cui c'è tantissimo da perdere, anche perché incontriamo una squadra ben allenata da un ottimo tecnico come Di Francesco. Per me, per noi, esiste solo la partita di domani, non pensiamo a settimana prossima. Concentrazione, quindi, e stabilità".

Il Barcellona non deve condizionare: "La partita con la P maiuscola è la prossima. E' la quinta partita in pochi giorni per cui dobbiamo prenderci dei rischi, è giusto scegliere una formazione che dia garanzie e che vada in campo con l'intento di fare il massimo. Quanto a Lukaku se gioca o no… fa parte della rosa".

Conte non vuole alti e bassi, ma un rendimento costante: "Nella nostra testa c'è la ferrea volontà di cercare la vittoria. Averne ottenute cinque di seguito è importante e sicuramente sono frutto del lavoro che stiamo facendo, della disponibilità dei ragazzi, ma al tempo stesso sono passate solo cinque giornate. Dobbiamo continuare con la stessa volontà e voglia. Bisogna avere continuità di risultati se vuoi essere protagonista. Bisogna evitare gli alti e bassi. Per diventare una squadra forte bisogna dare certezze e determinate sicurezze".

L'Inter è prima ma non è favorita per lo scudetto: "Oggi non siamo tra i favoriti, come ho sempre detto vedo Juventus e Napoli davanti a noi però questo non deve cambiare. La qualità del campionato quest'anno si è alzata. La Lazio è una squadra forte, che l'anno scorso ha vinto la Coppa Italia. E' stata costruita negli anni e ora è una realtà, può lottare per stare tra le prime quattro. Il Milan stesso ha buoni giocatori, un buon allenatore e una società forte. Noi dovremo lottare con tutte le nostre forze, vediamo quale sarà il nostro meglio".

Ancora sulla continuità: "Gli alti e bassi si possono trovare nello storico degli ultimi 9 anni dell’Inter. Non sono di certo il primo allenatore a vincere 5 partite, questo gruppo non è la prima volta che vince 5 partite, due anni fa era in testa a dicembre e non a settembre, salvo poi finire in Champions all’ultima giornata. Anche con Mancini si era partiti fortissimo, gli alti e bassi sono questi. Lo storico ci deve far drizzare le antenne e tirare fuori le unghie".

Sull'impiego di Sanchez: "In generale stanno tutti bene. Ho parlato molto di Sanchez, me lo chiedete in ogni conferenza. E’ un calciatore con determinate caratteristiche, spetta a noi fargli trovare vena e brillantezza. Un calciatore di spessore e prima o poi lo vedrete in campo…".

SPORTAL.IT | 27-09-2019 15:07

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...