,,
Virgilio Sport SPORT

Inter da sogno: Milan ribaltato in 18 minuti e Juventus agganciata

Nerazzurri in svantaggio di due reti nell'intervallo, ma finisce 4-2, e ora Conte è a pari punti con la Vecchia Signora.

L’Inter vince 4-2 uno splendido derby contro il Milan, riuscendo in un’impresa epica: al termine del primo tempo i rossoneri erano infatti in vantaggio di due reti, grazie a Rebic e Ibrahimovic. Nella ripresa sono invece Brozovic, Vecino, De Vrij e Lukaku a firmare le reti che non valgono solo il predominio cittadino, ma anche l’aggancio alla Juventus in vetta al campionato. Un campionato che nella corsa scudetto si apre sempre più (c’è anche la Lazio a -1).

La partita è subito frizzante: Calhanoglu colpisce un palo al 10′, dall’altra parte Donnarumma sbroglia una mischia arpionando il pallone dai piedi di Skriniar. Poi Lukaku si lancia in un’accelerazione delle sue, che permette a Vecino di concludere di prima attenzione: Donnarumma anche in questo caso c’è.

La partita rimane intensa e bellissima, ma senza gol. Quando l’impressione è che il primo tempo possa concludersi così, è il Milan a passare avanti: merito di Ibrahimovic e colpa di Padelli, che sbaglia l’uscita sulla torre dello svedese e permette a Rebic di incornare in perfetta solitudine.

Sulle ali dell’entusiasmo, il Diavolo raddoppia ancora prima dell’intervallo. E manco a dirlo a segnare è proprio Ibrahimovic, perso in marcatura da Skriniar su un corner e abile a toccare in rete da pochi passi.

Sembra finita, ma il secondo tempo racconta un derby completamente diverso. Senza cambiare uomini, l’Inter è un’altra squadra. E al 52′ Brozovic accorcia piombando su un pallone respinto da Donnarumma su botta di Candreva.

Passano appena due minuti e arriva addirittura il pareggio: lo segna Vecino al 54′, sfruttando l’assist di Sanchez che aveva superato in dribbling Donnarumma.

Ibrahimovic prova a scuotere il Milan su punizione, ma è troppo tardi: al 70′ un gran colpo di testa di De Vrij in torsione regala il derby all’Inter.

C’è ancora tempo per due emozioni nel finale: il palo del solito Ibra e la firma d’autore di Lukaku al 93′. E l’Inter può sognare.

SPORTAL.IT | 09-02-2020 22:51

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...