,,
Virgilio Sport SPORT

Inter-Juventus, Sarri rimanda il discorso scudetto

Il tecnico bianconero: "Manca ancora tanto".

La sfida di domani tra Inter e Juventus sembra essere il focus sulla lotta scudetto dato che i nerazzurri guidano la classifica a 18 punti, i bianconeri sono secondi a 16. Maurizio Sarri, però, in conferenza stampa ha dichiarato: “Questa partita conta un numero vicino allo zero per lo scudetto, ci sono ancora tante partite da giocare”.

“Ci sono ancora 31 partite, mi sembra prematuro parlare di scudetto. Quando la Juve partì male e io ero a Napoli dissi che erano i favoriti e tutti risero. Alla fine vinsero il campionato. Per loro è importante confermare la crescita e la capacità di gestire le partite della squadra. Dobbiamo dimostrare di poter uscire da San Siro con una grande prestazione, poi ci sono ancora 93 punti, mi sembra assurdo parlare di scudetto”.

“Questa è una squadra che ha già vinto e dimostrato la sua maturità. Dobbiamo affrontare un avversario probabilmente più forte rispetto agli anni scorsi. Noi in questo momento dobbiamo restare concentrati sulle prestazioni per confermarci. L’Inter è una formazione forte, che sa fare bene le ripartenze. In questo momento mi dà la sensazione di una squadra completa“.

Noi favoriti? Nella singola partita non credo si possa dire. Giocare un Inter-Juventus è un’emozione assolutamente da vivere. Sono felice di andare allo stadio a vedere una partita che sarà vista da tutto il mondo”.

Sarri affronterà Conte, una sfida nella sfida: “Nelle partite non riesco a pensare che gioco contro Conte, ma contro l’Inter. E’ uno degli allenatori più importanti al mondo in questo momento e lo sta dimostrando anche all’Inter. Dobbiamo concentrarci sulla prestazione. Andremo lì a giocare. Si parla sempre di fame e voglia, ma credo sia normale per un professionista, dovremo fare la nostra partita”.

“Non penso la solidità dell’Inter dipenda solo dai difensori, è una squadra solida perché difende tutta insieme. Non sarà affatto semplice”.

Chiosa sul possibile utilizzo di Bernardeschi dal 1′: “Ne ho parlato anche con lui: ho fatto fatica a provarlo nel ruolo che ritengo più adatto. Con il Bayer Leverkusen l’ho messo in una zona adatta, poi in allenamento l’ho visto in crescita. Preferirei che se giochi o no possa saperlo da me”.

SPORTAL.IT | 05-10-2019 14:49

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...