,,
Virgilio Sport SPORT

Inter, le parole di Antonio Conte su Agnelli e sul mercato di gennaio

Il tecnico nerazzurro in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Parma.

Antonio Conte tiene a rapporto la sua Inter alla vigilia della partita contro il Parma: i nerazzurri sono chiamati a confermare il buon momento dopo che il successo in Champions League contro il Borussia Dortmund ha riaperto le ambizioni europee. “Dovremo fare molta attenzione perché sono in salute. Dovremo fare attenzione a non lasciargli campo per le ripartenze, hanno giocatori letali come Gervinho, ma tutto il Parma è una squadra forte. Sarà un piacere affrontarli”.

L’infortunio di Sanchez ha costretto l’Inter a bloccare Esposito, in partenza per il Mondiale Under 17, e a rivalutare il mercato invernale: un investimento nel reparto offensivo è possibile: “Sapevamo di avere tre attaccanti con determinate caratteristiche: Lukaku, Lautaro e Sanchez. Sapevamo anche delle caratteristiche di Politano, poi c’è Esposito come quinta punta. Eravamo sereni su questo, poi si è fatto male Alexis che è una perdita notevole per noi. Ora abbiamo questa rosa e vediamo l’evolversi della situazione di Sanchez. Per il mercato è giusto fare le valutazioni con la società, cercando di trovare la migliore soluzione”.

Il tecnico leccese ha deciso di non replicare alla frecciata di Andrea Agnelli, che giovedì senza nominarlo aveva parlato della sua squalifica per il calcioscommesse: “Dobbiamo essere bravi a non guardare gli altri. Poi se proprio dobbiamo guardare, penso sia giusto guardare chi ci sta davanti. Il fatto di essere vicini a chi sta davanti ci deve dare soddisfazione e non ci deve fare perdere di vista la realtà. Dobbiamo dare il massimo e andare avanti così”.

“Ci vuole un po’ di tempo per fare crescere i ragazzi. Siamo sulla strada buona, continuiamo così e vediamo alla fine dove saremo capaci di arrivare. Alla fine non dovremo avere rimpianti”.

Sulla crescita di Brozovic: “Lui può migliorare tanto, sia nella verticalizzazione e nell’ultimo passaggio e anche un bel po’ sulla fase difensiva. Pirlo? Stiamo parlando di giocatori che saranno ricordati per sempre, si parla di un genio. Brozo ha caratteristiche diverse, ma sta lavorando bene ed è stata una scoperta positiva”.

La situazione in difesa: “La crescita di questa squadra passa dall’assimilare sempre di più alcuni concetti e situazioni. De Vrij, come lo era Bonucci, diventa un calciatore per noi importante. Per situazioni tattiche devono lasciare dello spazio o a lui o al vertice basso, per cui devono essere bravi a prendersi questa incombenza di andare a cercare dei calciatori. Rispetto al passato, io ho sempre detto che i tre centrali sono i primi costruttori di gioco”.

SPORTAL.IT | 25-10-2019 17:15

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...