Virgilio Sport

Inter, per Conte ancora guai dalle Nazionali: attaccante ko

I nerazzurri incrociano le dita in attesa di novità su Alexis Sanchez.

12-11-2020 17:33

Ancora preoccupazione in casa Inter per le condizioni dei giocatori impegnati nei vari ritiri delle Nazionali. Dopo Lautaro Martinez e Romelu Lukaku, a mettere in apprensione Antonio Conte è un altro attaccante, Alexis Sanchez.

Il Niño Maravilla era reduce dalla contrattura all’adduttore patita il 21 ottobre scorso in Champions League contro il Borussia Mönchengladbach,  ed era tornato da poco a disposizione di Conte.

Come riportano i media cileni, nell’allenamento di mercoledì l’ex Manchester United non ha terminato la seduta a causa di alcuni problemi muscolari che hanno subito generato preoccupazione nello staff tecnico guidato dal ct Reinaldo Rueda.

L’Inter incrocia le dita e aspetta notizie più dettagliate, che arriveranno dopo i test che verranno effettuati nelle prossime ore per escludere eventuali lesioni. Il giocatore dovrebbe scendere in campo sabato in occasione della partita contro il Perù, valida per le qualificazioni ai prossimi Mondiali.

Nel pomeriggio di giovedì il ct Rueda ha minimizzato il problema, prendendosela poi con l’Inter: “Ci stiamo prendendo cura di lui. Ha interrotto l’allenamento per precauzione, oggi ha fatto dei controlli e non c’era nulla di cui preoccuparsi. Vedremo come si allena oggi. L’Inter? Con tutto il rispetto, vorrei che l’Inter si prendesse cura di Alexis come facciamo noi. Gli raccomandiamo di non giocare e lo fanno giocare, prima 45 minuti e poi 90. Si è trascinato un fastidio fisico, vorrei che rispettassero i nostri medici…”.

La tensione tra le Nazionali e l’Inter è salita molto negli ultimi giorni: l’amministratore delegato Beppe Marotta una settimana fa si era espresso così: “Bisogna ridurre le partite delle nazionali. E’ una situazione che affronteremo con rigidità perché dovremo rispondere a tanti impegni. Bisogna usare il buonsenso quando si fanno le convocazioni“.

“Questo che sto segnalando io è un malumore che serpeggia in tanti dirigenti dei club maggiori a livello internazionale. Bisogna portare a termine questa stagione con un grande avversario come il Covid. Non voglio boicottare gli impegni delle nazionali, ma chi risponde a una convocazione deve essere in condizioni psicofisiche idonee. Se devi mandare un giocatore a fare migliaia di chilometri ed è stanco o ha infortuni muscolari, credo che non vada bene. Chiedo un maggior rispetto per i club“.

Inter, per Conte ancora guai dalle Nazionali: attaccante ko Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...