,,
Virgilio Sport SPORT

Inter, Spalletti a nervi tesi: "Noi più furiosi della Juve"

"Bisogna rimettere a posto le cose, sono anni che non vinciamo".

Il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti nella conferenza stampa della vigilia della sfida di campionato contro la Juve commenta così l'importanza della partita, che sarà giocata davanti a oltre 78mila spettatori.

"Bisogna stare attenti, non dobbiamo creare confusione sul nostro obiettivo, a noi interessano i tre punti in più per l’obiettivo dell’Inter non i tre in meno della Juventus. Sarà bellissimo vedere San Siro sciarpato di nerazzurro, ci sono tantissime persone, c’è tanto affetto, il sentimento fa la differenza. I nostri tifosi sono a punteggio pieno dall’inizio dell’anno. La squadra sta bene, ha fatto quello che doveva fare, è pronta per un match fondamentale per il nostro obiettivo. Possiamo regalare qualcosa di importante ai tifosi, mi aspetto qualcosa di grandioso. Noi in questa stagione abbiamo sicuramente lasciato dei risultati per strada, ma in generale ci siamo conosciuti meglio e siamo a un buon livello".

La Juve arriva furiosa e ferita dal ko interno con il Napoli: "Juventus arrabbiata? Pensate quanto siamo arrabbiati noi che non vinciamo titoli da sette anni… Sarà una partita durissima, ma abbiamo imparato a dialogare coi nostri difetti e questo rappresenta la crescita e il fatto che siamo pronti a giocarci l’ingresso in Champions in questo finale di stagione. Ci metterei la firma per giocarmi la Champions all’ultima partita contro la Lazio. Vuol dire giocarci l’accesso alla competizione europea. Non è un peso, abbiamo la possibilità di giocarci qualcosa di grandioso, far ritornare in Champions tutto l’amore per questo club, rimettere le cose a posto, dobbiamo farci trovare pronti".

"Mi aspetto una prova importante, la squadra è in crescita, queste sono partite che se cerchi di nasconderti vieni subito stanato. Bisogna prendersi delle responsabilità. Il saggio del calcio dice: ‘Prima della giocata illuminante, bisogna correre e portare a casa tanti contrasti e anche dopo la giocata illuminante, bisogna correre e portare a casa tanti contrasti". 

L'esplosione di Salah: "L’ho toccato con mano il peso di quello che può mettere in un campo di calcio Salah. Il lavoro di Klopp è stato importante, io ci ho tentato tutto l’anno a dirgli di stare più centrale, a lui piaceva stare sull’esterno. Poi si è reso conto della posizione migliore per lui, ha margine per andare oltre ai numeri che ha portato a casa. Ama il suo lavoro, i compagni, è disponibile a mettere a disposizione tutto se stesso per l’obiettivo".

SPORTAL.IT | 27-04-2018 16:35

Inter, Spalletti a nervi tesi: "Noi più furiosi della Juve" Chievo-Inter 1-2 Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...