,,
Virgilio Sport SPORT

Javier Zanetti blinda una star nerazzurra e svela un retroscena

Il vicepresidente dell'Inter blinda Lautaro Martinez, già nel mirino del Barcellona.

Cinque gol e un assist in dodici partite di campionato, ben tre gol in quattro partite di Champions League: il bottino di Lautaro Martinez non passa certo inosservato agli occhi delle grandi d'Europa, Barcellona in testa, e deve intervenire il vicepresidente nerazzurro Javier Zanetti per garantire che il futuro del giovane connazionale sarà ancora a Milano: "L'idea è che Lautaro resti con noi – ha dichiarato nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano spagnolo 'Marca' -. Spero resti nerazzurro per un bel po': all'Inter può essere importante già da adesso".

"Ha solo 22 anni ed è esploso con un rendimento molto elevato in breve tempo – ha proseguito Zanetti, commentando il primo anno e spiccioli del talento di Bahia Blanca in maglia nerazzurra -. Lo abbiamo strappato all'Atletico Madrid, non è stato facile, ma quando abbiamo saputo che c'era la possibilità di prenderlo abbiamo fatto un investimento per il futuro".

Nel corso dell'intervista, l'ex capitano dell'Inter ha anche svelato un retroscena legato al suo passaggio dal Banfield all'Inter, nell'estate del 1995: "Avevo delle offerte e stavo per andare al Real Madrid prima di firmare per l’Inter – ha detto -. Ma da quando sono arrivato in nerazzurro ho capito subito che era il mio posto nel mondo. L’Inter è la mia famiglia e sono felice di aver potuto finire la mia carriera lì".

Zanetti si è poi soffermato a parlare del Barcellona, complicatissimo avversario dell'ultima giornata della fase a gironi di Champions League, rappresentato da un suo ex compagno di nazionale, Leo Messi: "Conosco bene Leo. Sarà sempre il migliore in assoluto, per giocare contro di lui devi essere molto concentrato. Vediamo cosa accadrà a Milano contro il Barcellona, ma queste due partite sicuramente ci aiuteranno a crescere, sappiamo che l’Inter è sulla buona strada".

"Lionel fa sempre cose incredibili – ha aggiunto il vicepresidente nerazzurro -. Se vedi i suoi numeri ti spaventi. Come argentino mi rende felice, come ex compagno ancora di più. Non lo so se è il migliore ma è uno dei migliori della storia".

"Non gli manca molto per superarmi a livello di presenze – ha dichiarato poi parlando del primato di apparizioni con l'Albiceleste -. Se lo merita, so cosa prova per la maglia dell’Argentina, non ha ancora vinto nulla con la Nazionale ma può succedere nel calcio. Vince solo una squadra e bisogna accettarlo. Spero che il destino gli dia almeno un titolo con la maglia dell’Argentina".

Ultima considerazione sul tecnico che ha condotto Zanetti nella cavalcata dell'Inter del 2010 (chiusasi col celebre 'triplete'), l'attualmente disoccupato di lusso José Mourinho: "Sta sicuramente aspettando un’occasione in un top club – ha detto -. Vive il calcio con passione, è un allenatore preparato, ho grandi ricordi con lui. Sicuramente lo vedremo presto su una panchina, non so se a Madrid. Ha già allenato lì, conosce il Real. Ma prima di prendere una decisione analizzerà tutto in generale".

SPORTAL.IT | 13-11-2019 22:58

Javier Zanetti blinda una star nerazzurra e svela un retroscena Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...