,,
Virgilio Sport SPORT

Juve graziata, Pistocchi guida rivolta web: "Due pesi due misure"

Il video in rete del giocatore della Juve che bestemmia diventa virale ma il giudice sportivo non lo squalifica

Dopo il caso Insigne e la sua espulsione per insulti all’arbitro in Inter-Napoli non poteva passare inosservata e non suscitare polemiche la “presunta” bestemmia di Gianluigi Buffon in Parma-Juventus. Un caso che il giudice sportivo ha prontamente archiviato come un nulla di fatto ma che non ha placato gli animi soprattutto del web che ha gridato per l’ennesima volta al “due pesi e due misure” ancor di più con la Juve di mezzo. Maurizio Pistocchi e Paolo Ziliani l’hanno quindi “toccata piano” generando il solito delirio del web.

Buffon: bestemmia sì o no?

Dopo le decisioni del giudice sportivo all’indomani dell’ultimo turno week end di campionato, è balzata a molti l’assenza di una multa o addirittura una squalifica per Gianluigi Buffon. In rete circolano dei video in cui il portierone della Juventus, titolare sabato nel 4-0 rifilato dai bianconeri al Parma, si rivolge in maniera adirata verso il giovane Portanova, da poco entrato in campo nel finale, pronunciando quella che a tutti gli effetti sembra una bestemmia: “Porta, mi interessa che ti vedo correre e stare lì, D** cane! a soffrire eh, il resto non me ne frega un c***o”.

Il giudice sportivo non ha ricevuto dalla Procura federale alcun materiale per approfondire il fatto, quindi non ha proceduto con alcun provvedimento disciplinare nei confronti dello juventino. A differenza di quanto successo, la scorsa settimana con il centrocampista della Roma, Cristante che, proprio per una espressione blasfema pronunciata a Bologna, era stato squalificato per una giornata.

Buffon graziato, Pistocchi guida la rivolta social

Immancabile il tweet, tra i tanti, di Maurizio Pistocchi: “Il Giudice Sportivo non ha potuto squalificare Buffon perché non ha ricevuto la segnalazione dalla Procura Federale. Che sia stata sentita da tutta l’Italia non c’entra niente: si dice sia presunta”. Ma non è l’unico il giornalista Mediaset. Un fiume in piena il resto del web che si scatena: “La stessa procura federale che fa finta di nulla sul caso Suarez”, “Ha un bidone dell’immondizia al posto della bocca…”; “Persa l’ennesima occasione per dimostrare coi fatti come combattere gli esempi negativi per i milioni di giovani che seguono con passione i loro idoli”, “Grande Pistocchi , mi spiace solo che questo calcio malato stia bene a tutti i presidenti, in fatti non fanno niente per contrastarlo. Solo pochi di noi riusciamo a vedere ciò che non va. Non so come si possa ancora disputare il campionato italiano. Che ci piaccia essere fregati”.

Anche se qualcuno minimizza: “Tutto vero. Ma chi se ne frega? Stiamo parlando di un calciatore non decisivo e ininfluente. Il danno procurato è prossimo allo zero”, “È sbagliata la norma in sé, io nella mia libertà posso bestemmiare da mattina a sera nella vita e in campo. Lo può fare Buffon e chiunque altro. È una norma ridicola e spesso le bestemmie sono terapeutiche abbattendo ansia e stress”.

SPORTEVAI | 22-12-2020 09:34

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...