,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, Sarri fa chiarezza sulle condizioni di Ronaldo

Ancora qualche dubbio sulla presenza del portoghese contro i rossoneri.

Intervenuto nella conferenza stampa di presentazione del match tra Juventus e Milan, Maurizio Sarri ha parlato delle condizioni fisiche di Cristiano Ronaldo, uscito malconcio dopo la sfida di Champions League contro la Lokomotiv Mosca e ancora in dubbio per la partite dell’Allianz Stadium di domenica: “Ancora non so come sta – ha dichiarato il tecnico dei bianconeri -. Ieri era ancora con i fisioterapisti, vedremo un po’. So di sicuro che non ha nulla di grave, ma un piccolo dolore al ginocchio che non gli rende facile mantenere l’equilibrio”.

L’altro giocatore in dubbio per la grande classica contro i rossoneri è il difensore Matthijs De Ligt, assente nella vittoriosa trasferta russa: “Abbiamo ancora due allenamenti per valutare le sue condizioni – ha detto Sarri ai cronisti presenti -. Oggi proverà a stare con la squadra, vedremo come va e prenderemo una decisione di conseguenza”.

Non sono mancate domande sull’avversario di giornata, che l’allenatore toscano invita a non sottovalutare: “Il Milan è una buona squadra – ha detto -. Non ha fatto un buon inizio di stagione, ma questo non vuol dire nulla. Per vincere contro di loro bisogna avere un’intensità diversa rispetto all’ultima partita”. Sullo status di ‘nobile decaduta’ dei rossoneri, Sarri ha aggiunto: “Il calcio è fatto di cicli. Una volta finito un ciclo, è difficilissimo per tutti ricostruire. Il Milan sta facendo questo, ma ha buoni giocatori giovani che possono fare bene. Non so quanto servirà loro per tornare ai massimi livelli, ma le basi le stanno gettando”.

Tornando alla Juventus, Sarri ha anche confermato che l’unico insostituibile, al momento, è Leonardo Bonucci, atteso ex di serata: “Se pensavo che la squadra potesse fare a meno di Bonucci lo avrei fatto riposare. Invece abbiamo bisogno di lui per esperienza, qualità e organizzazione difensiva, so che gli chiedo un sacrificio enorme e spero di poterlo far riposare presto, ma ora è un giocatore troppo importante per i nostri equilibri”.

Sui giocatori che potrebbero scendere in campo: “Ramsey? Ha qualità tecniche importanti e può fare entrambi i ruoli che gli chiedo – ha detto Sarri -. Può essere un trequartista moderno, ma anche un interno moderno. Da interno può essere un centrocampista offensivo, da trequartista può anche dare copertura ed equilibrio. Rabiot? Lo vedo più da vertice basso, l’ha fatto anche bene nel precampionato. Per ora non ho voluto confondergli le idee perché è in fase di ambientamento, e io voglio farlo specializzare in un singolo ruolo al momento”.

Sarri ha poi parlato dei margini di miglioramento della sua squadra: “Dobbiamo migliorare innanzitutto dal punto di visto individuale. Crescendo i singoli, crescerà la squadra. Dal punto di vista tattico, nell’ultima partita abbiamo lasciato qualche spazio di troppo e abbiamo sbagliato qualche posizionamento in campo. I margini di miglioramento ci sono, sicuramente”.

“Il limite è che la squadra non riesce ancora a chiudere le partite – ha poi aggiunto il tecnico bianconero -. La nostra forza è però che lottiamo per la vittoria fino all’ultimo secondo. Se abbiamo qualche limite di mentalità, abbiamo anche forza caratteriale”.

SPORTAL.IT | 09-11-2019 15:12

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...