,,
Virgilio Sport

Tifosi Juve s'interrogano: Perchè non gioca mai?

La formazione bianconera travolge l’Udinese negli ottavi di finale di Coppa Italia: unico assente alla festa Emre Can, sempre più fuori dal progetto

15-01-2020 22:54

Tifosi Juve s'interrogano: Perchè non gioca mai? Fonte: 123RF

La Juventus non soffre. La formazione bianconera travolge in casa l’Udinese con un poderoso 4-0 e conquista il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia. Una vittoria facile per la squadra di Sarri grazie ai gol di Higuain e Douglas Costa e alla doppietta di Dybala.

Assente ingiustificato. Da molti mesi a questa parte uno dei temi più dibattuti dai tifosi della Juventus è l’utilizzo di Emre Can. Il centrocampista arriva lo scorso anno doveva diventare un perno della squadra di Allegri, ma con l’arrivo di Sarri è sparito letteralmente dai giochi finendo ai margini al punto da non essere utilizzato neanche in una gara come quella contro l’Udinese: “Ma Emre Can non è subentrato neanche a partita in corso”, si chiede un tifoso. Una situazione davvero paradossale se si considera che Sarri ha lasciato spazio anche a Pjaca, da tempo lontano dai campi di gioco.

Capitolo Sarri. L’allenatore toscano è un dibattito aperto in casa Juventus. I tifosi sono molto divisi sul suo conto e la sconfitta in SuperCoppa ha acuito i giudizi. Ma stasera quelli che hanno sempre sostenuto il tecnico si prendono la rivincita: “Partita sul velluto condita da grandi giocate di Dybala e Higuain e la netta crescita di Rabiot. Spiace per chi voleva vincere le partite di hortomuso. Gioco + singoli: Sarrismo”, e c’è chi si lancia direttamente contro Allegri: “Un saluto a tutte le vedove”.

Classe Dybala. Sul piede di partenza nel corso dell’estate a simbolo di questa nuova Juventus, Paulo Dybala si sta prendendo un ruolo in prima fila nella squadra di Maurizio Sarri e i tifosi chiedono sempre di più un suo coinvolgimento: “Tecnica, talento, classe, forza, determinazione, fantasia, magia e chi dice il contrario è in malafede”. E a richiamare il suo soprannome: “Anche oggi coda Joya e coda belleza”.

Segnali di crescita. Ma partite come quella della Coppa Italia servono soprattutto a dare spazio a chi in campionato gioca poco o in cerca di riscatto. Tra i protagonisti della giornata ci sono senza dubbio Rabiot e Bernardeschi. Due giocatori finiti molto spesso sul banco degli imputati. Entrambi hanno offerto prestazioni incoraggianti e molti tifosi si augurano che sia il segnale giusto per poter contare su due pedine importanti sia in campionato che per la Champions League. “Bernardeschi con un po’ di lavoro può migliorare in quel ruolo”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...