,,
Virgilio Sport SPORT

Juve, troppi tira e molla: i tifosi non lo vogliono più

Juventini stufi delle continue voci di mercato, in molti preferiscono che la Juventus pensi ad altri obiettivi

La sicura vicinanza della stagione ancora in essere e da completare con la prossima stringerà inevitabilmente i tempi del calciomercato. Che di fatti è già in essere. Tra le più attive come sempre, con uno sguardo al colpo del futuro c’è la Juventus. Le voci sulla squadra che Paratici allestirà il prossimo anno si rincorrono così come le opinioni dei tifosi bianconeri stanchi, sui social, della tiritera legata ad un clamoroso ritorno.

Juve, il ritorno di Pogba visto da Paganini

Sono abbastanza unanimi i media sul fatto che il Manchester United sarà costretto, gioco forza, ad abbassare le pretese del francese che tra un anno sarà in scadenza di contratto e che, a differenza di quanto si pensava, non ha saputo fare la differenza coi Red Devils, come tutti pensavano, specialmente all’Old Trafford.

L’esperto giornalista Rai di mercato Paolo Paganini scrive: “Su Pogba. Lo United un giorno apre alla possibilità di contropartite tecniche e il giorno dopo vuole solo cash. Una linea che non piace ai club interessati. Ma il contratto scade nel 2021 e lui vuole andare via quindi lo United non può alzare troppo il tiro”.

Juve, Pogback secondo Capuano

Sulla stessa lunghezza d’onda il titolo oggi di Tuttosport ripreso e condiviso dal giornalista di Panorama, Giovanni Capuano: “Il Manchester United pronto allo sconto per Pogba (potrebbe accontentarsi di 100 milioni invece dei 150 richiesti a febbraio) ma c’è il nodo ingaggio. La Juve in fase di razionalizzazione del monte stipendi non vuole garantire 12 mln netti al francese”.

Juve-Pogba: il nodo è sempre lo stesso

Gira e rigira non cambia lo scenario sull’eventuale possibile di rivedere il Polpo Paul rivestire la maglia bianconera. La Juventus lo prese per un tozzo di pane (citazione dell’avvocato Agnelli per l’acquisto di Platini), poi lo ha rivenduto a peso d’oro al Manchester. Che adesso chiede di rientrare, almeno in buona parte di quegli oltre 100 e passa milioni. Ma Andrea Agnelli ha il problema monte ingaggi e un fatturato che, chissà quanto, potrebbe risentire dell’emergenza coronavirus. Insomma una questione economica importante a meno che i Red Devils non scendessero di prezzo e/o accettassero contropartite tecniche. Ma quali? Rabiot, Ramsey, Douglas Costa, Alex Sandro secondo Paganini.

I tifosi non più convinti di Pogba

L’amore viscerale per le giocate di cui Paul si è reso protagonista con la Juve di Allegri elevandosi a vero top player e arrivando alla vittoria del Mondiale con la Francia sono ricordi un po’ sbiaditi adesso nella mente della tifoseria bianconera che infatti non lo ritiene più essenziale per fare il salto di qualità a centrocampo, specie a certe cifre.

“Lo United si sta comportando come qualsiasi club top farebbe con un suo top player!! Fece cose anche la Juve con Paul che poi ha ceduto e così farà lo United” scrive qualcuno, ma ci sono gli ottimisti: “Lo United la sta solo tirando ora che i campionati sono ancora “in ballo”. È questione di tempo e Pogba è al 100% nostro“; anche sul versante dell’esborso economico: “È il gioco delle parti, chiedere 100 x ottenere 80,se va bene. Pogba ha rotto con l’ambiente e vuole andar via, con 2 contropartita valide( DC e Ramsey ad esempio) si potrebbe provare a riportarlo a Torino….almeno me lo auguro Faccina che sorride a bocca aperta e suda freddo”.

Ma c’è anche chi Pogba a certe cifre non lo prenderebbe: “Io Pogba, alle condizioni dello United (100 mln cash senza contropartite) col ca..o che lo riprenderei, specialmente con quell’ingaggio. E poi, solo nel paese delle meraviglie, dopo una pandemia, una società potrebbe permettersi un esborso simile, senza aver venduto un esubero”.

SPORTEVAI | 26-05-2020 09:01

Juve, troppi tira e molla: i tifosi non lo vogliono più Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...