,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, anche Lippi ci crede: Con Ronaldo l’anno buono!

Marcello Lippi, tecnico che ha fatto la storia del club bianconero, crede alla vittoria della Champions League.

Non finisce l’eco dei complimenti, delle attestazioni di stima e di quant’altro di positivo sulla Juventus che ha sbancato l’Old Trafford annullando per oltre un’ora di gioco il Manchester United di Mourinho. Per molti è l’anno buono per vincere quella “maledetta” Champions League. Lo è anche per Marcello Lippi, tecnico che ha fatto la storia del club bianconero tra fine e inizio millennio, peraltro proprio lui l’ultimo allenatore della Vecchia Signora a regalarle la coppa dalle grandi orecchie.

DA DEL PIERO A DYBALA – La sua Juve aveva più volte sfidato e spesso battuto il Manchester United dei vari Giggs, Beckham, Scholes, proprio all’Old Trafford (1-0 gol di Pinturicchio nel 96/97 prima di volare a Tokyo a vincere l’Intercontinentale) dice del match di martedì scorso: “Me la sono goduta, vedere la Juve dominare in uno stadio come è quello è stato magnifico”.

L’ANNO BUONO – Il ct campione del mondo a Berlino con l’Italia nel 2006 in un’intervista al Corriere dello Sport ha elogiato la macchina da guerra juventina pronunciando quella parola magica che fa rima con grande slam: “Allegri è ormai un tecnico mondiale, ma non deve far diventare un’ossessione la vittoria in Europa. Sì, la Juve può vincere il Triplete. Se non si vince quest’anno, si proverà l’anno prossimo. Ormai è al livello dei top club, e l’arrivo di Cristiano Ronaldo ha alzato il livello sul piano internazionale era ormai arrivata a ridosso del trio dei club più forti: Real, Barça e Bayern”.

CR7 FENOMENO VERO – Proprio sul valore aggiunto di Cristiano Ronaldo, Lippi ha le idee chiare: “La Juve con lui ha messo in squadra in un colpo solo cinque Palloni d’Oro, cinque Champions, una cinquantina di gol a stagione e 159 in Champions, non c’è niente da aggiungere”.

MAROTTA, L’INTER E IL NAPOLI – Per quanto riguardo il campionato Lippi seguendo quanto emerso finora e guardando la classifica sottolinea la crescita di Inter e Napoli, per ora si profila uno scontro a tre: “L’Inter è in forte crescita e poi c’è il Napoli che ha in Ancelotti un grande allenatore. Saranno loro gli unici avversari della Juve nella corsa all’ottavo scudetto consecutivo “. Per quanto riguarda il futuro di Marotta, l’ex ct azzurro è stato chiaro: “Non mi sorprenderebbe andasse all’Inter, Ormai ha concluso il rapporto con la Juventus”.

SPORTEVAI | 25-10-2018 10:41

Juventus, anche Lippi ci crede: Con Ronaldo l’anno buono!

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...