,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, Danilo si presenta: "Ecco perché ho scelto i bianconeri"

Le prime parole del nuovo terzino a disposizione di Sarri: "Alex Sandro determinante per la scelta, CR7 uno stimolo in più".

Prima conferenza stampa da giocatore della Juventus per Danilo Luiz da Silva, o più semplicemente Danilo, arrivato a Torino nell'ambito della trattativa che ha portato Joao Cancelo al Manchester City. Il brasiliano ha dedicato le sue prime parole in bianconero al suo amico Alex Sandro, a suo dire determinante per il suo trasferimento: "Mi sono sentito già molto bene nei primi giorni – ha raccontato ai cronisti -. Ho parlato con Alex Sandro più volte, la sua opinione è stata molto importante perché mi ha dato informazioni precise sul club e sull'ambiente in generale. Poi è un piacere giocare con un grande amico, ci conosciamo da dieci anni. Penso di essere nel club giusto al momento giusto".

Anche Cristiano Ronaldo ha avuto una notevole influenza sull'arrivo alla Juventus di Danilo: "Ho parlato anche con CR7 prima di venire qui, abbiamo scherzato un po', gli ho detto che avevo chiesto alla società il numero 7 e che mi avevano risposto che non potevo averlo, perché era già occupato. Mi ha detto che questo è un club magnifico, e quando sono arrivato mi ha ricevuto con un gran sorriso. Cristiano poi è molto motivato e felice, penso che questo sia il primo passo per grandi conquiste di squadra. Mi ha parlato molto bene del club, lo ha paragonato a una famiglia. Io mi identifico con questo stile, credo sia l'aspetto più importante. Giocare con lui mi stimola, mi spingerà a dare il meglio".

Sullo stile di gioco di Sarri, e sul rapporto col suo nuovo allenatore, Danilo ha aggiunto: "Sarri ha uno stile particolare, gli piace che la sua squadra comandi il gioco, lo abbiamo visto già quando allenava il Napoli, o il Chelsea. E' uno stile di gioco cui sono già abituato in realtà, la differenza è che mi ha già chiesto impegno maggiore in fase difensiva, ma ho 28 anni e ho gran voglia di mettermi a disposizione. Ho parlato con Sarri quando sono arrivato e durante gli allenamenti, mi ha subito detto di non aver paura di esprimere il mio potenziale.

"E' vero, la Juve non è un club con tradizione brasiliana – ha poi proseguito rispondendo alla domanda sulla componente "verdeoro" di questa stagione -, ma quest'anno io e i miei connazionali possiamo essere determinanti. Dani Alves? Mi ispiro a lui, ma tutti i terzini destri brasiliani lo fanno, ha un modo particolare di affrontare ogni sfida e motivarsi. Mi è capitato di incontrare la Juve quando Dani Alves vestiva la maglia bianconera, si vedeva la sua grande influenza in campo".

A proposito di Brasile, non è mancata una battuta sulla sua mancata convocazione alla Coppa America e sulle future ambizioni a livello di Nazionale: "La Selecão sarà sempre il mio obiettivo, finchè giocherò a calcio. Sono stato fuori dalla Coppa America perché ho giocato poco nella passata stagione, penso sia stata una scelta giusta. Ma ora voglio giocare più partite possibili, il mio obiettivo è rientrare nel giro della Nazionale per i prossimi Mondiali. Ma non prima di aver conquistato qui qualcosa di importante".

Per finire, Danilo ha raccontato una curiosità legata al suo numero di maglia, il 13: "A dire il vero non c'erano olti numeri disponibili, ma ho scelto 13 perché ha dietro una piccola storia, credo molto alla numerologia e questo numero significa rinnovamento, apertura verso ciò che ci aspetta di nuovo".

SPORTAL.IT | 13-08-2019 16:38

Juventus, Danilo si presenta: "Ecco perché ho scelto i bianconeri" Fonte: Screenshot tratto da Sky

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...