,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, De Ligt è a Torino: le prime parole da bianconero

Il difensore olandese acquistato dall'Ajax scatena l'entusiasmo del popolo bianconero

Si è fatto desiderare, è stato protagonista di una delle trattative più tribolate dell’estate, protrattasi in realtà fin dalla primavera, ma alla fine Matthijs de Ligt ha detto sì alla Juventus e sarà uno dei protagonisti più attesi della Serie A 2019-2020, al via il 24 agosto.

Il centrale olandese classe 1999 è atterrato all’aeroporto di Torino poco dopo le 22 del 16 luglio 2019, peraltro neppure un giorno qualunque visto che un anno fa esatto fu il Cristiano Ronaldo-day, quello della presentazione ufficiale del fuoriclasse portoghese, per il quale venne utilizzata la sala stampa “Giovanni e Umberto Agnelli”, poi riaperta nelle settimane scorse per il “vernissage” di Maurizio Sarri.

Ad accoglierlo una folla composta, ma insolitamente numerosa, visto che non è abitudine per i tifosi della Juventus accompagnare con entusiasmo l’arrivo in aeroporto dei nuovi acquisti.

Uscito da una porta secondaria dell’aeroporto, De Ligt ha poi pronunciato le prime parole da juentino per il profilo Instagram del club bianconero: “Un saluto a tutti i bianconeri, sono Matthijs de Ligt… Sono davvero felice di essere qui!”.

Evidentemente, anche il popolo bianconero ha avvertito l’importanza di un affare destinato a fare storia anche a livello di cifre: 75 milioni rappresentano infatti il costo più alto di sempre per un difensore per il calcio italiano e anche a livello d’ingaggio De Ligt si installerà ai primissimi posti, per l’esattezza subito alle spalle dello stesso Ronaldo con ben 11 milioni netti. “Magia” del potente agente del giocatore, Mino Raiola, storicamente in buoni rapporti con la Juventus, ma soprattutto delle qualità di De Ligt, il cui nome era da anni sul taccuino dei top club europei fino al punto di arrivare ad un’asta che ha visto spuntarla, insolitamente, un club italiano.

In primavera sembrava fatta per l’approdo del giocatore al Barcellona, poi l’improvvisa marcia indietro e il ritorno di fiamma della Juventus, che peraltro aveva già ospitato De Ligt “di nascosto”, mostrandogli sede e centro di allenamenti. La scintilla nella mente del giocatore è scattata in ritardo, ma meglio tardi che mai, penseranno i tifosi della Juve. Ora toccherà a Sarri gestire l’abbondanza di stelle anche in difesa: per caratteristiche tecniche De Ligt sembra destinato a mandare in panchina Bonucci, considerando anche che nel repertorio dell’ex allenatore del Napoli non c’è la difesa a tre.

SPORTAL.IT | 16-07-2019 23:20

Juventus, De Ligt è a Torino: le prime parole da bianconero

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...