Virgilio Sport

Juventus, Pirlo non si illude: duro messaggio al gruppo

L'allenatore dei bianconeri va oltre l'impresa di Barcellona: "Dimentichiamo quella partita o avremo brutte sorprese. Cuadrado? Deve fare meglio...".

12-12-2020 18:05

Per i paragoni con il recente passato, su tutti quello con la stagione 2015-2016 che vide la Juventus di Max Allegri partire male e svoltare dopo un derby vinto in rimonta, c’è tempo.

Andrea Pirlo, che a quei tempi visse la metamorfosi sul campo, oggi è l’allenatore di una Juve con meno certezze rispetto ad allora, ma con un dna sempre vincente e soprattutto con un Cristiano Ronaldo in più nel motore.

Così dopo la netta vittoria di Barcellona che ha regalato il primo posto nel girone di Champions League, molto prezioso vista la gamma di potenziali avversarie evitate, c’è da pensare solo alla trasferta contro il Genoa, senza arrestare la crescita.

Chiaro il messaggio mandato alla squadra dal tecnico bresciano alla vigilia della gara di Marassi: “Se abbiamo ancora in testa la partita contro il Barcellona dobbiamo cancellarla subito, perché bisogna voltare pagina e dare continuità. Dobbiamo continuare con la stessa voglia e lo stesso ritmo. Queste partite portano grande consapevolezza di miglioramenti, quindi può essere un’iniezione di fiducia grossa per questo finale di partite prima della sosta. Concentriamoci per fare grandi partite o avremo brutte sorprese”.

Il tecnico bresciano non nega però i passi avanti compiuti negli ultimi tempi: “Mi piace la voglia di difendere in avanti. Quando attacchi in avanti anche le squadre avversarie hanno meno occasioni per venire a giocare davanti, quindi devi essere nella nostra testa di prendere la metà campo avversaria cercando di avere un pressing offensivo, quindi la fase difensiva anche quando siamo nella nostra area deve esser aggressiva e mai passiva e stiamo crescendo”.

Poi si parla di singoli e in particolare di Juan Cuadrado, tra i più in forma del momento. Ma Pirlo ne ha anche per il colombiano…: “Juan è un giocatore importante per noi, ma lo è stato anche per le Juventus passate. È un giocatore che sa fare sia la fase offensiva che difensiva anche se gli rimprovero che tante volte manca di concentrazione e lì deve migliorare, perché non si deve adagiare sulle cose belle ma deve restare in partita per 90 minuti”

Una parola anche sulla rivelazione Weston McKennie: “Sono tutti a disposizione, per fortuna hanno tolto una giornata di squalifica a Morata. McKennie si sta inserendo bene, piano piano sta incominciando a capire l’italiano e riesce ad esprimersi meglio con i ragazzi. È un giocatore con grande corsa e grande voglia con ampi margini di miglioramento, l’inserimento è una delle sue doti principali sta migliorando ma può fare ancora meglio”.
 

Juventus, Pirlo non si illude: duro messaggio al gruppo Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...