,,
Virgilio Sport SPORT

La classifica senza errori arbitrali: diciottesima giornata

Diverse sviste nella penultima d'andata di serie A, alcune anche piuttosto gravi: nessuna, però, capace di alterare il risultato delle gare.

Diversi errori, anche gravi, nella penultima giornata di andata di serie A. Nessuno, però, con ripercussioni pesanti sul risultato finale. Bilancio – insomma – in attivo per i direttori di gara, anche se macchiato da alcune sviste piuttosto grossolane. Turno cominciato il venerdì con le polemiche sulla direzione di Orsato nel derby Roma-Lazio e concluso il lunedì col discusso metro di giudizio adottato da Abisso in Cagliari-Milan.

Il peccato Capitale di Orsato

Un solo errore grave per Orsato nella stracittadina dell’Olimpico. L’azione che porta al 2-0 di Luis Alberto è piuttosto confusa: ci sono dubbi sulla posizione di partenza dell’esterno laziale (che però è regolare, seppur per pochi centimetri), ci sono dubbi per un presunto fallo da rigore ai suoi danni (in realtà iniziato fuori area), ci sono dubbi sul tocco di mano dello stesso Lazzari in caduta (ma non nell’immediatezza del gol). L’unica ragione vera per non convalidare la rete, che effettivamente andava annullata, è da ravvisare però nella posizione di offside di Caicedo, che addirittura si sposta per non impattare il pallone e trae in inganno Pau Lopez. Un errore, comunque, che non ha cambiato il corso della partita.

Le gare della domenica

Nessuna grossa polemica nei tre anticipi nel sabato e neppure nelle sfide della domenica. Buono, nel complesso, l’arbitraggio di Doveri del big match tra Inter e Juventus, mentre c’è da registrare qualche timida protesta atalantina per un episodio dubbio in area genoana tra Behrami e Miranchuk: Marinelli non sembra incappare in un chiaro ed evidente errore non concedendo il penalty agli orobici. Nessuna sbavatura anche per Pezzuto in Sassuolo-Parma: evidente il fallo di Busi su Ferrari nell’azione che porta al rigore in pieno recupero. Errore pesante, invece, per Chiffi che in Napoli-Fiorentina ammonisce Insigne per simulazione: il contatto con Milenkovic in area c’è, il rigore può anche non essere concesso ma il giallo è incomprensibile.

Un Abisso senza fondo di polemiche

Tutti scontenti per la direzione di Abisso in Cagliari-Milan. I rossoblu lamentano la concessione del penalty al Milan per un contatto spalla a spalla Lykogiannis-Ibrahimovic. Proteste, poi, per un rigore non concesso nel finale per contatto dubbio Brahim Diaz-Sottil. La questione è semplice: gli episodi sono molto simili, se è da rigore il primo episodio lo è anche il secondo. Oppure sarebbe stato giusto non concedere rigore in nessuno dei due casi. Proteste anche del Milan per il giallo “pesante” a Romagnoli: il capitano rossonero salterà per squalifica l’importante match con l’Atalanta, l’impressione è che l’ammonizione sia stata un po’ troppo severa.

La classifica senza errori arbitrali

Ecco la classifica del campionato di serie A al netto degli errori determinanti dei fischietti: Inter 44 punti; Milan 37; Juventus*, Napoli* 35; Roma 33; Atalanta* 32; Lazio 29; Sassuolo 28; Verona 27; Sampdoria 23; Benevento 21; Bologna 20; Torino, Fiorentina, Spezia 18; Genoa 16; Cagliari, Udinese* 14; Crotone, Parma 12.

E la classifica reale

Ecco invece la graduatoria reale del campionato (tra parentesi i punti in più e in meno dovuti a sviste o errori): Milan 43 punti (+6); Inter 40 (-4); Napoli* (-1), Roma 34 (+1); Juventus* 33 (-2); Atalanta* 32; Lazio (+2) 31; Sassuolo (+2) 30; Verona 27; Sampdoria 23; Benevento 21; Bologna 20; Fiorentina, Spezia 18; Udinese* (+2) 16; Genoa (-1) 15; Cagliari 14; Torino (-5), Parma (+1) 13; Crotone 12.

IL REGOLAMENTO

Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, le rimesse laterali, i corner contestati, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. 

Albo d’oro campionato senza errori arbitrali Virgilio Sport

2019-20: Inter

SPORTEVAI | 19-01-2021 10:30

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...