,,
Virgilio Sport SPORT

La classifica senza errori arbitrali: nona giornata

Quale sarebbe la graduatoria del massimo campionato al netto di sviste e topiche? Una sola partita falsata nel fine settimana: quella della Juventus.

Un solo match falsato da errori arbitrali nella nona giornata di serie A: è quello dello stadio Vigorito di Benevento tra i giallorossi di casa e la Juventus. Proteste ed episodi dubbi anche in altri incontri, ma in quei casi le decisioni dei fischietti non sembrano determinanti.

Benevento-Juve, il veleno nella coda

Partita spigolosa quella di Benevento. A protestare per primi sono i padroni di casa per un contatto dubbio in area bianconera tra Danilo e Lapadula: l’arbitro Pasqua lascia proseguire e, protocollo alla mano, il Var non ha il potere di intervenire visto che la visuale del direttore di gara è perfetta. Incandescente il finale: da rigore la trattenuta di Improta su De Ligt, giusta invece l’espulsione di Morata per proteste che reclama un successivo, inesistente penalty.

Le altre partite del nono turno

Pochi e ininfluenti gli errori nelle altre gare, a cominciare da quella di Reggio Emilia dove l’unica pecca di Irrati è la mancata concessione di una punizione pericolosa al Sassuolo per fallo di Gagliardini su Raspadori: troppo poco per considerare falsato un match dominato dall’Inter. Nessun problema per Abisso in Milan-Fiorentina (anche se il secondo rigore concesso ai rossoneri lascia più di un dubbio) e per Di Bello in Napoli-Roma. Dubbi, invece, in Bologna-Crotone e Cagliari-Spezia, ma gli arbitri in entrambi casi sembrano nel giusto. Serra, in particolare, giudica regolare l’anticipo di Soriano sul portiere Cordaz che regala i tre punti al Bologna. Per Marini è da rigore l’entrata di Klavan su Piccoli e l’episodio, anche se i replay suscitano interrogativi imprevisti, pare effettivamente passibile di sanzione.

La classifica senza errori arbitrali

Milan 21 punti; Inter 20; Juventus 19; Napoli, Sassuolo 18; Roma 17; Verona 15; Atalanta 14; Bologna 13; Cagliari 11; Spezia, Udinese, Sampdoria, Lazio 10; Benevento 9; Fiorentina, Parma 8; Genoa, Torino 7; Crotone 2.

E la classifica reale

Ecco invece la graduatoria reale del campionato (tra parentesi i punti in più e in meno dovuti a sviste o errori): Milan 23 punti (+2); Inter (-2), Sassuolo 18; Napoli (-1), Juventus (-2), Roma 17; Verona 15; Atalanta, Lazio (+4) 14; Bologna (-1) 12; Cagliari, Sampdoria (+1) 11; Udinese, Spezia, Benevento (+1) 10; Parma (+1) 9; Fiorentina 8; Torino (-1) 6; Genoa (-2) 5; Crotone 2.

IL REGOLAMENTO

Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, le rimesse laterali, i corner contestati, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. 

Albo d’oro campionato senza errori arbitrali Virgilio Sport

2019-20: Inter

SPORTEVAI | 01-12-2020 10:30

La classifica senza errori arbitrali: nona giornata Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...