,,
Virgilio Sport SPORT

La Lazio difende De Vrij: "Nessun caso doping"

Il difensore olandese è stato convocato dalla Procura

La notizia della convocazione del difensore olandese Stefan De Vrij dalla procura Antidoping Nado Italia ha mandato in agitazione il mondo Lazio. In ambienti biancocelesti si fa notare che il giocatore “deve solo dare spiegazioni burocratico-regolamentari”.

Il giocatore non si è però presentato davanti alla Procura. Al suo posto si sono presentati due medici della Lazio: il procuratore Pierfilippo Laviani ha però ribadito di voler ascoltare il calciatore olandese, come da convocazione, in relazione ai controlli antidoping successivi alla partita Lazio-Verona dello scorso 19 febbraio. La Procura di Nado Italia ha inoltre ricevuto una mail da parte dell’avvocato di De Vrij, che ha richiesto un rinvio dell’audizione chiedendo i termini temporali per la difesa: il calciatore olandese sarà probabilmente ascoltato la prossima settimana.

A RMC Sport è intervenuto il portavoce della società biancoceleste, Arturo Diaconale, per spiegare la situazione: “È semplicemente una questione di ordine burocratico che non riguarda assolutamente alterazioni dei test delle urine di De Vrji. Non corre rischi di nessun genere. In occasione di Lazio-Verona ha fatto due test, probabilmente non ha firmato i documenti alla fine dei due esami. Positività di Joao Pedro? Sono due cose separate”.

Il capitano del Cagliari Joao Pedro è infatti risultato positivo all’idroclorotiazide (un diuretico) ai test effettuati da Nado Italia subito dopo la partita con il Sassuolo dell’11 febbraio scorso. Il giocatore, al quale è stata comunicata venerdì mattina la notizia della positività, è stato sospeso dal tribunale nazionale antidoping di Nado Italia.

Si rende noto, inoltre, che il brasiliano è risultato positivo al test antidoping per idroclorotiazide anche in un’altra partita: il giocatore ha infatti fallito il controllo dopo la gara esterna col Chievo del 17 febbraio. Joao Pedro, che è già stato sospeso nella prima mattinata da Nado Italia ed al quale è stata notificata pochi minuti fa anche la seconda positività, rischia ora una sanzione fino a due anni di squalifica.

Quello di Joao Pedro è  il secondo caso di doping in serie A in questa stagione: Fabio Lucioni, capitano del Benevento, lo scorso 16 gennaio è stato squalificato per un anno per la positività al clostebol riscontrata lo scorso 22 settembre, dopo la gara col Torino. Nel caso di Lucioni, il Tna ha inflitto anche 4 anni di inibizione al medico del club, Walter Giorgione.

Compleanno amarissimo per Joao Pedro, che proprio oggi compie 26 anni, ed è alla quarta stagione al Cagliari.

 

SPORTAL.IT | 09-03-2018 15:40

La Lazio difende De Vrij: "Nessun caso doping" Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...