,,
Virgilio Sport SPORT

La Top e Flop di Ravezzani sul Milan di Pioli

Su Twitter il giornalista individua promossi e bocciati tra i rossoneri

È stato un Milan a due facce quello dell’esordio in panchina di Stefano Pioli: i rossoneri non sono andati oltre il pari contro il Lecce, ma hanno mostrato qualche progresso sul piano del gioco o, quantomeno, su quello dei singoli. E proprio le prestazioni individuali di alcuni rossoneri sono finite sotto il giudizio di Fabio Ravezzani, che con un paio di tweet ha di fatto definito i promossi e i bocciati della gara di San Siro. 

TOP&FLOP. Al giornalista è piaciuto l’approccio alla gara del Milan e i primi 45 minuti di gioco. “Milan bello e scintillante nel primo tempo, poi s’inebetisce nella ripresa”, questa la sintesi di Ravezzani, che poi passa a individuare i peggiori e i migliori della gara contro i salentini. 

Sul banco degli imputati finiscono i terzini, in particolare Andrea Conti, ancora lontanissimo dalla migliore versione di sé stesso. “Purtroppo gli esterni non sanno difendere (Conti una sciagura). Puntare solo sui giovani porta a questo risultati”, il commento di Ravezzani. 

Anche dal centrocampo in su, però, non sono tutte rose e fiori. “Bene Calhanoglu e Krunic. Male Paquetà. Leao non è un centravanti”, aggiunge il giornalista, che poi conclude con una vena polemica: “Manca un rigore al Lecce”. 

In un secondo tweet, poi, Ravezzani aggiunge i giudizi su altri due rossoneri. “Prendiamo il buono del Milan: tridente offensivo efficace con Piatek, centrocampo che potrebbe migliorare con Krunic. Una squadra che sembra essersi ritrovata. Il problema resta la difesa che si sgretola sulle fasce. Difficile pensare che possa arrivare prima del sesto posto”. 

LE REAZIONI. I tweet, naturalmente, scatenano il dibattito tra i follower: tra gli argomenti più discussi, la prestazione di Leao come prima punta. “Leao è una seconda punta, deve giocare insieme a Piatek – commenta Andrea – , è un giocatore che può svariare sulla trequarti come faceva Kouame al Genoa insieme al polacco”. 

Maurizio, invece, boccia l’ex Lille: “Partita persa per il Niang portoghese, che si è mangiato 3 gol”. Domebi, invece, attacca Paquetà: “Diciamo le cose come stanno: alcuni suoi colleghi lo hanno dipinto come il nuovo Socrates, invece è una specie di Vampeta”. 

Anche Marco la pensa così: “Concordo e su Paquetà… è un giocatore da calcetto. Capisco sempre più perché Gattuso ne era allergico…”. 

SPORTEVAI | 21-10-2019 10:06

La Top e Flop di Ravezzani sul Milan di Pioli Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...