Virgilio Sport

Lazio, scatto Champions: rabbia Frosinone contro il Var

La squadra di Inzaghi passa 1-0 allo Stirpe grazie a Caicedo e vola al quinto posto, ciociari infuriati per un rigore concesso e poi revocato.

04-02-2019 21:00

Lazio, scatto Champions: rabbia Frosinone contro il Var Fonte: 123RF

Un derby è sempre un derby e anche se le posizioni di classifica sono agli antipodi può nascondere le proprie insidie. Ne sa qualcosa la Lazio, che passa allo “Stirpe” di Frosinone strappando tre punti fondamentali per la lotta ad un posto nella prossima Champions League, ma lo fa soffrendo e senza riuscire a provare fino in fondo sul campo i 19 punti di distacco tra le due formazioni.

La squadra di Inzaghi riparte dopo la sfortunata sconfitta contro la Juventus e sale a 35 punti, appaiando la Roma al quinto posto e a -1 dal quarto del Milan, mentre l’Inter è distante cinque lunghezze.
Tutte in gioco, quindi, anche perché successi come questo sono preziosissimi in vista delle prossime, intensissime settimane della Lazio, unica formazione italiana ancora in corsa sue due fronti.

Ha deciso un gol di Felipe Caicedo, che al 37’ del primo tempo ha sfruttato con forza e bravura un assist di Luis Alberto. La gara però aveva vissuto un momento decisivo pochi minuti prima quando al Frosinone era stato concesso un calcio di rigore, poi revocato dopo la consultazione dell’arbitro Fabbri con il Var: la strattonata di Bastos su Ciano aveva anche portato all’ammonizione del difensore angolano, annullata però dal fischietto romagnolo dopo aver visionato le immagini a bordo campo. Prevedibile la stizza dei tifosi di casa, del tecnico Baroni e della squadra, che si è disunita subendo poco dopo il gol decisivo che rallenta la rincorsa salvezza che si era riaperta dopo la vittoria in goleada contro il Bologna: il quartultimo posto resta comunque distante solo cinque punti.

La gara ha regalato pochi spunti: meglio la Lazio in avvio, ma senza creare grandi occasioni, nella ripresa il Frosinone ha gestito il pallone in modo sterile, senza riuscire a creare opportunità per arrivare il pareggio. I biancocelesti hanno gestito il vantaggio minimo rischiando poco. A Baroni non è bastato neppure mandare in campo Ciofani e Trotta: finale generoso, ma spuntato.

 

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...