SPORT
  1. Home
  2. CALCIO
  3. SERIE A

L'ultima scommessa di Max: trovare un ruolo a Dybala

Nella sua Juventus camaleonte, chi non riesce ancora a trovare i colori giusti è Paulo Dybala

Per un demiurgo come Allegri, che nei suoi anni di successi alla Juventus è riuscito a trasformare Mandzukic in attaccante esterno, Sturaro terzino, Douglas Costa esterno basso, Pjanic regista e così via, è una mezza sconfitta finora, anche se non lo ammetterà mai. Nella sua Juventus camaleonte, chi non riesce ancora a trovare i colori giusti è quel Paulo Dybala croce e delizia bianconera dal primo giorno in cui è arrivato e per il quale il tecnico livornese non ha ancora indovinato la mattonella giusta dove inserirlo.

Per Maifredi e Zamparini la gestione della Joya porterà a un solo risultato: all’addio del giocatore, stanco di sentirsi eterno precario anziché fenomeno su cui costruire la squadra ma il futuro dell’argentino è ancora tutto da scrivere. Domenica contro il Sassuolo rischia di partire ancora dalla panchina, colpa anche della nazionale (dove pure è rimasto solo in panchina) e del lungo viaggio che gli ha impedito di allenarsi e per lui sarebbe la terza gara su quattro da spettatore.

Il suo avvio di stagione – come è quasi sempre successo nei suoi anni juventini – non è stato dei più semplici: è partito titolare, con Ronaldo, contro il Chievo nel 4-2-3-1, senza incidere più di tanto, poi contro la Lazio è stato in panchina per 90 minuti e infine con il Parma è entrato in campo a poco dalla fine del match. Allegri potrebbe schierarlo titolare in Champions ma il nodo gordiano non è ancora sciolto: dove deve giocare Dybala? In estate lo stesso Allegri aveva detto: “Gli ha fatto male il paragone con Messi, sono due giocatori diversi. Dybala è aerobico, Messi è esplosivo. Paulo segna a rimorchio, segue l’azione e la conclude, non può giocare come Messi quando non ha spazio va in difficoltà, per il nuovo Messi ci vuole calma. Magari mi avrà anche odiato ma glielo ripetevo sempre. Nel finale, quando è tornato a fare il Dybala è stato bravissimo. Il suo obiettivo è fare altre grandi stagioni con noi per poi andare in una grande squadra per migliorare. Se giochi nella Juve dopo hai tre possibilità per migliorare: Real, Barça o Bayern”.

Per fare altre grandi stagioni in bianconero però dove giocare ma in che ruolo? La Joya ha dato il meglio di sé nel 3-5-2 accanto a una prima punta, può essere letale anche nel 4-3-1-2 da trequartista (ma con tanti esterni di qualità sarebbe un suicidio tattico lasciarli fuori) e nel 4-2-3-1 che però espone la squadra a tanti rischi. Con Ronaldo Allegri sembra convinto del 4-3-3 che è proprio il modulo dove Paulo non rende e dove – con Cr7 al centro – danno più garanzie (specie in fase di non possesso) i vari Mandzukic (pallino del tecnico), Cuadrado, Douglas Costa e Bernardeschi. Lo strano caso dell’argentino, fenomeno Dybala per l’Europa e clandestino Paulo a casa sua, è l’ultima scommessa di Allegri. Ha sempre usato bastone e carota per motivarlo (con risultati eccellenti specie il primo anno) e intende continuare a farlo. Potenzialmente ha un fuoriclasse per le mani ma i due devono venirsi incontro: Dybala deve tornare a brillare da Joya pura e Allegri deve scervellarsi per non bruciarne il talento. A guadagnarne, sarà solo la Juve.

Sportevai

VIRGILIO SPORT | 14-09-2018 10:23

L'ultima scommessa di Max: trovare un ruolo a Dybala Fonte: ANSA

SPORT TREND