,,
Virgilio Sport SPORT

Mercato Inter, Massimo Moratti sfascia la coppia dei sogni

Il patron dei nerazzurri dice la sua: "Dzeko giocherebbe titolare al posto di uno tra Lukaku e Martinez".

L'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti in un'intervista ai microfoni di TeleRadiostereo parla ha parlato a pochi giorni dal match tra i nerazzurri e la Roma, in programma venerdì sera. L'ex patron comprerebbe Edin Dzeko tra i giallorossi: "Io Dzeko lo trovo fortissimo, intelligente, bravo, costante, fa gol, fa fare gol. E' bravo".

"All'Inter giocherebbe o farebbe la riserva? Starebbe al posto di uno tra Lukaku e Martinez, resta il fatto che è un giocatore molto serio e molto bravo. Poi mi piace Zaniolo…".

L'Inter capolista: "E' bellissima e credo che l'Inter sia in testa con tutto il merito possibile, sta giocando con grande sicurezza, è una squadra quadrata che dà grandi speranze di continuità. C'è dietro i l lavoro di Conte? Sono assolutamente d'accordo, ha rivalutato tutti i giocatori e li sta facendo rendere al massimo".

Gli applausi a Lautaro: "In questo momento è formidabile e dà l'impressione di essere un giocatore sempre in crescita. L'anno scorso ha fatto un campionato così così, sapevamo avesse grandi possibilità ma nessuno si aspettava potesse esplodere in questa maniera e fa capire di avere ancora grande potenziale".

"Cosa deve fare l'Inter per restare in testa? Deve continuare a pensare come Conte la fa pensare, cioè guardare partita per partita senza fidarsi della classifica ma solo dei propri mezzi. Poi ci sono tanti giocatori forti fuori come Barella e Sanchez, il ritorno di questi qui potrebbe permettere all'Inter di avere i cambi giusti al momento giusto per continuare nella stessa maniera".

La dittatura della Juventus: "Credo sia merito loro, la Juventus si è organizzata bene, ha comprato giocatori importanti, ha fatto qualcosa di extra comprando Ronaldo che nessuno si aspettava, un colpo che l'ha resa famosa dal punto di vista internazionale. Quindi ha fatto di più di quello che si potesse pensare. Allo stesso tempo c'è stata la crisi abbastanza evidente delle milanesi, le altre sono state bravissime ma la continuità della Juve è talmente sorretta dalla tradizione che è difficile batterla".

SPORTAL.IT | 03-12-2019 16:44

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...