,,
Virgilio Sport SPORT

Mercato Juventus, Pirlo dà un'indicazione sul mercato e punge Higuain

L'allenatore dei bianconeri non teme l'esordio: "Il centravanti arriverà, non voglio paragoni con Sarri".

Venticinque anni e mezzo dopo l’esordio in Serie A, Andrea Pirlo è pronto per iniziare una nuova carriera. L’augurio che si fa uno dei registi più forti del calcio di tutti i tempi è che le prime battute su una panchina siano più fortunate di quelle da calciatore, visto che a dispetto di un talento riconosciuto fin da ragazzo Pirlo ha dovuto aspettare di arrivare al Milan per mietere consensi e successi.

A dargli l’occasione di diventare allenatore di Serie A alla prima esperienza è la Juventus, la squadra che ha illuminato la parte finale della carriera da calciatore del ‘Maestro’.

Alla vigilia del debutto contro la Sampdoria, Pirlo si mostra sicuro di sé e, come da consuetudine, tutt’altro che emozionato, oltre che poco incline a parlare di sé stesso: “Mi fa piacere sentire anche i miei ex colleghi o compagni che parlano bene di me – ha detto il tecnico bianconero in conferenza stampa – Sento anche altri che sono dubbiosi, ma è normale. Io sto bene, l’importante è che stiano bene i ragazzi domani”.

Insistendo, però, il paragone con il recente passato emerge. Al pari della stizza dell’interessato…: “Io ho le mie idee, Sarri ha le sue idee, in certe situazioni possono essere anche simili, però io porto avanti la mia idea di calcio e non sono qui per far vedere cosa c’è di diverso. Le filosofie sono diverse, gli obiettivi gli stessi. Come ho già detto, voglio vedere un calcio aggressivo e la padronanza del gioco, così come Sarri e spero di vedere questo già domani”.

Pirlo scaccia poi subito il campo dai possibili alibi in tema di condizione e di mercato: “È stato un precampionato difficile e particolare per tutti, corto per tutti, ci ha fatto comodo che alcuni ragazzi abbiano messo minuti nelle gambe in Nazionale. Il centravanti lo stiamo aspettando tutti, però il mercato è lungo, è partito da poco, ci sono problemi per qualsiasi squadra ad avere i giocatori. Siamo sereni, siamo contenti dei giocatori che abbiamo a disposizione, poi in futuro speriamo che arrivi anche il centravanti, ma non abbiamo fretta”.

Poi, improvvisa, la dritta di mercato…: “Non credo arriveà Suarez perché i tempi per il passaporto sono troppo lunghi. Abbiamo svariate possibilità e non ho mai detto che giocheremo sicuramente con il 4-3-3, ho sempre detto che deciderò in base ai giocatori che ho a disposizione, poi il modulo viene di conseguenza. Adesso non abbiamo il centravanti, ma si può giocare lo stesso”.

Nessuna indicazione sulla formazione, ma le idee sembrano chiare: “Giocatori a disposizione ne ho abbastanza per poter disputare la gara di domani, degli infortuni di Dybala e de Ligt sapevamo già all’inizio della stagione. Purtroppo ieri ci è venuto a mancare Alex Sandro e quindi valuteremo chi mettere in quella posizione. Dubbi non ne ho. Certezze tante, sono alla Juventus, alleno una squadra di campioni, quindi questa è la certezza più grande che ho. Mi sono inserito benissimo in questo ambiente”.

Infine una frecciata a Higuain, fresco di addio che Pirlo definisce consensuale, aprendo poi la strada a un’altra cessione illustre: “È stato scritto che Gonzalo è stato mandato via da noi, ma la decisione è stata di entrambi, lui ci aveva espresso la voglia di andare via, di poter andare in un campionato diverso da quello italiano e di non restare neppure in Europa, quindi di comune accordo abbiamo trovato un’intesa velocemente. Khedira? Sta recuperando dall’infortunio, quando rientrerà vedremo il da farsi”.

OMNISPORT | 19-09-2020 16:37

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...