,,
Virgilio Sport SPORT

Mercato Milan: indizio importante sul futuro di Donnarumma

La trattativa per il rinnovo dell'estremo difensore è ancora aperta: il presidente rossonero, Paolo Scaroni, si professa ottimista.

Tiene banco in casa Milan la questione legata al rinnovo di Gigio Donnarumma. Un indizio importante, in questo senso, arriva da una voce decisamente autorevole a livello societario, quella del presidente del club rossonero Paolo Scaroni. Ai microfoni di ‘Rai GR Parlamento’, tra i tanti argomenti, si è parlato anche della trattativa per il prolungamento dell’accordo con il portiere, che preoccupa non poco i tifosi.

“Non seguo direttamente le trattative – ha detto Scaroni -, ma mi ha fatto molto piacere sentirgli dire che ama il Milan. Posso dire che l’amore è contraccambiato: quando ci si ama in questo modo ci sono le condizioni per andare avanti insieme”. Parole importanti, che confermano la volontà da parte della società di arrivare a un accordo.

Interrogato poi sugli immediati obiettivi dal punto di vista sportivo, Scaroni preferisce non volare troppo con le ambizioni, almeno in questo momento: “Scudetto? Non mi spingerei così avanti. Ho visto gli sviluppi del club passo dopo passo: oggi siamo sulla buona strada, ma non ancora alla fine. Per di più non abbiamo inserito né lo Scudetto né l’ingresso in Champions nel budget di quest’anno, quindi non pronuncio queste parole: non abbiamo previsto questi obiettivi, poi se arrivano sono contento”.

Non poteva poi mancare una considerazione su Zlatan Ibrahimovic: “E’ più di un giocatore: è un’icona, un personaggio unico del mondo del calcio oggi, è un po’ come un integratore di questi che si prendono al mattino, che non crea dipendenza ma che quando c’è, dà una forza incredibile. Quando tornerà? Non lo so, uno strappo muscolare richiede grosso modo un mese, ma Ibra ha un fisico talmente pazzesco che potrebbe riservarci delle sorprese”.

Per quel che riguarda gli obiettivi aziendali, l’ambizione numero uno resta la costruzione del nuovo stadio per il quale, secondo Scaroni, non c’è Piano B: “Francamente non riesco a immaginare che il Comune di Milano possa rifiutare un investimento da 1,2 miliardi, totalmente finanziato privatamente da capitali esteri. Soprattutto in questo momento difficile della nostra città. Milano non può rimanere indietro e allo stesso tempo voler giocare un ruolo importante nel calcio europeo”.

OMNISPORT | 30-11-2020 16:19

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...