Virgilio Sport

Messi parla del suo futuro. Inter e Juventus sognano

La Pulce dichiara: "Se il club vuole, non c'è problema a restare".

20-02-2020 08:19

Messi parla del suo futuro. Inter e Juventus sognano Fonte: 123RF

In casa Barcellona è un periodo piuttosto complicato. Tante questioni da risolvere, tanti giocatori nervosi, in particolare Leo Messi. Il suo nome è al centro di mille vicende e il suo futuro pare ancora tutto da decidere. C’è chi sogna di vederlo in Serie A.

Dopo la lite con Eric Abidal (“Mi sono sentito attaccato”) e il caos legato all’azienda ingaggiata per screditare i giocatori blaugrana, la serenità della Pulce è stata messa a dura prova. Tanti i media che hanno ipotizzato un suo addio al Barcellona, la sua casa da sempre.

Il diretto interessato, in un’intervista al MundoDeportivo, ha fatto chiarezza sul proprio futuro: “Non riesco a pensare di lasciare il Barcellona. Se il club vuole, non c’è nessun problema a continuare insieme”, le parole del 10 blaugrana.

Dichiarazioni che, di fatto, passano la palla alla dirigenza del Barcellona. Il contratto con il fuoriclasse argentino scade nel giugno del 2021 (anche se ci sarebbe una clausola che permetterebbe a Leo Messi di liberarsi prima della naturale scadenza).

Da capire se la dirigenza blaugrana ha la forza economica per rinnovare un accordo, per più anni, a cifre notevoli (35/40 milioni di euro) per un giocatore che il prossimo 24 giugno festeggerà i 33 anni. Una scelta complicata e per nulla scontata.

Intanto tanti i top club alla finestra, pronti ad approfittare della situazione. Pep Guardiola è un suo grande amico. Attenzione anche all’Inter e pure alla Juventus. Il sogno di far giocare insieme CR7 e Leo Messi sarebbe il capolavoro assoluto della storia del calcio.

La Pulce ha parlato di Cristiano Ronaldo: “La difficoltà del Real? Era ovvio che accadesse. Cristiano Ronaldo ti garantisce gol e non solo quelli. Il Madrid ha tanti grandi giocatori ma Cristiano segna 50 gol a stagione”. Insomma, la stima nei confronti dell’asso bianconero è tanta.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...