,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, Gattuso sotto accusa: ecco tutti i suoi errori

I tifosi esplodono contro Ringhio e Donnarumma.

Il Milan perde al 93' il derby e i tifosi rossoneri sui social individuano immediatamente i due principali imputati della sconfitta del diavolo: Gianluigi Donnarumma e Gennaro Gattuso.  

Il primo è stato immediatamente attaccato per la sua uscita a vuoto che ha permesso il gol di Mauro Icardi: da troppo tempo l'estremo difensore dei meneghini sbaglia le partite chiave (nella memoria di tutti c'è ancora la disastrosa finale di Coppa Italia della scorsa stagione) e i tifosi, già inveleniti per il tira e molla sul contratto di due anni fa, chiedono a gran voce la titolarità di Pepe Reina.

Ma in verità è Gattuso il più bersagliato sui social. Ringhio, una volta beniamino del pubblico in campo, non è altrettanto stimato da quando è in panchina. A lui si imputano in primo luogo l'atteggiamento remissivo e rinunciatario del Milan per tutto il match. Molti tifosi parlano di "mentalità perdente" che ha "offeso la storia del Milan", vergognandosi per il "catenaccio" progettato dall'allenatore calabrese per fermare Icardi e compagni, che ha isolato il bomber Higuain, mai servito adeguatamente.

E poi i cambi tardivi e sbagliati: Cutrone inserito a un quarto d'ora dalla fine e messo a giocare sulla fascia e non più vicino a Higuain, l'ormai temuto Bakayoko in campo per Kessie e l'ingresso al 91' di Abate per Calabria, che ha deconcentrato la difesa rossonera in un momento cruciale del match.

Queste le parole di Gattuso dopo il ko: "Un passo indietro a livello tecnico e invece un passo in avanti nella continuità di prestazione. Prima del gol abbiamo giocato contro una squadra più forte fisicamente rispetto alla nostra. Un passo indietro a livello tecnico. Ci è mancato il coraggio di giocare. L'Inter ha meritato la vittoria, a livello mentale però la squadra mi è piaciuta molto".

Su Donnarumma: "Parliamo di un portiere che fino a ieri era in salute e si stava ritrovando. Questa però è una sconfitta che brucia ma dobbiamo metterla da parte e provare a recuperare con serenità". 

Il Milan è dodicesimo in classifica, con tre vittorie, tre pareggi e due sconfitte: "In queste  giornate abbiamo avuto alti e bassi, abbiamo alternato buone prestazioni. Oggi abbiamo concesso poco ai nostri avversari, e in questo momento pensiamo al Betis a Samp e Genoa. Se poi le vinciamo entrambe la classifica non è poi così brutta".

 

SPORTAL.IT | 22-10-2018 10:10

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...