,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, Ibrahimovic resta un'incognita: individuato il sostituto

La dirigenza del Milan vuole anticipare i tempi in caso di addio dello svedese: sul taccuino di Gazidis c'è Mario Gotze.

Alla vigilia della ripresa degli allenamenti grazie all'allentamento delle restrizioni anti-Coronavirus per la Fase 2, il Milan inizia già a pensare alla prossima stagione, soprattutto dal punto di vista delle prospettive di mercato. Sarà molto importante per i rossoneri, infatti, capire le intenzioni reciproche di Zlatan Ibrahimovic e di Ivan Gazidis, ma quest'ultimo ha già nel mirino il possibile sostituto dello svedese: si tratta di Mario Gotze, calciatore tedesco in forza al Borussia Dortmund.

Nato centrocampista offensivo ma capace di giostrare su tutto il fronte d'attacco, Gotze ha ritrovato nelle ultime stagioni quello smalto che lo aveva contraddistinto nella prima parte di carriera (è lui l'autore del gol vittoria nella finale dei Mondiali 2014 tra Germania e Argentina) e che, per problemi fisici, non era riuscito a mantenere una volta passato al Bayern Monaco.

La soluzione, come riporta 'Sport Mediaset', piacerebbe non poco all'obiettivo principale di Gazidis, il tecnico Ralf Rangnick, estimatore di Gotze. Il 27enne di Memmingen, comunque, non è l'unico obiettivo del Milan: i rossoneri sono infatti sulle tracce di un altro calciatore capace di interpretare vari ruoli in fase offensiva come Luka Jovic, talento serbo del Real Madrid.

Molto dipenderà, comunque, dal futuro di Ibrahimovic. Lo svedese vedrà il suo contratto scadere il prossimo 30 giugno ma dovrebbe finire la stagione, in caso di effettiva ripresa, grazie alle deroghe studiate in merito dalla Fifa. Da lì in poi, però, partirà la nuova discussione, visto che le possibilità di attivare il rinnovo automatico (che scatterebbe con la qualificazione in Champions League dei rossoneri) sono al momento piuttosto remote.

Per quel che riguarda Rangnick, invece, le intenzioni del tecnico sono piuttosto chiare. Nei giorni scorsi il tecnico tedesco ha dichiarato di volere 'pieni poteri' nella sua prossima avventura professionale da allenatore, un po' come accade per i 'manager' all'inglese.

“Per me si tratta di aver una certa influenza: non c’entra col potere, è un qualcosa di cui hai bisogno in certe situazioni per portare avanti le tue idee” ha dichiarato Rangnick al 'Middeutsche Zeitung'.

SPORTAL.IT | 05-05-2020 16:27

Milan, Ibrahimovic resta un'incognita: individuato il sostituto Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...